Bordighera: cosa vedere e dove dormire

bordighera-gold-hotel

Vera e propria perla tra le bellezze italiane, Bordighera è il luogo ideale per chi vuole trascorrere un weekend fuori porta, ma anche un soggiorno più lungo in totale relax e a contatto con il mare.

Del resto, grazie alla sua posizione strategica, nella riviera Ligure di Ponente quasi sul confine tra Francia e Italia, è possibile raggiungere in breve tempo mare, montagna e borghi dell’entroterra Ligure: non a caso, la cittadina è vicinissima alla Costa Azzurra, meta imperdibile per gli amanti del mare.

Il tutto può essere fatto scegliendo di soggiornare presso il Bordighera Gold Hotel

 

, luogo ideale per poter visitare comodamente e in breve tempo tutto ciò che la città ha da offrire ai visitatori dal momento che è situato a pochi passi sia dal mare che dal centro cittadino.

Si possono raggiungere facilmente la vicina Sanremo, ma se volete sconfinare in Francia anche Nizza, Ventimiglia e Mentone.

Le cose da vedere e da fare a Bordighera non finiscono qui: scopriamo insieme quali sono i luoghi da non lasciarsi sfuggire durante il vostro soggiorno.

Una città dalle mille sorprese

Uno dei modi per poter esplorare e scoprire Bordighera è attraverso passeggiate ed escursioni sui sentieri del Monte Nero, a capo Sant’Ampelio, nei meravigliosi giardini, sul lungomare Argentina o tra le vie della medievale Bordighera Alta.

Oltre alla possibilità di fare e vedere ogni giorno qualcosa di diverso, Bordighera ha anche la caratteristica di essere un meta visitabile tutto l’anno grazie al suo clima mite persino d’inverno, con temperature che si aggirano intorno ai 15-20°, perfette quindi per scoprire il borgo e i suoi dintorni.

Essendo una località di mare, è costellata da stupende spiagge libere facili da raggiungere: una di queste è la Spiaggia di Rattaconigli, spaziosa e adiacente anche ad una pista ciclabile.

L’antica spiaggia dei pescatori, l’Arziglia è un’altra spiaggia da non perdere.

Molto suggestivi sono gli scogli di Sant’Ampelio, situati proprio sotto l’omonima chiesetta, al cui interno troviamo la statua seicentesca di Sant’Ampelio, il patrono di Bordighera.

Dalla chiesa si può imboccare e percorrere il lungomare Argentina, la passeggiata più lunga di tutta la regione, dove, in caso di giornate particolarmente terse, è possibile ammirare in lontananza la Costa Azzurra.

I luoghi più suggestivi

Se amate l’arte non potete non visitare le numerose ville in stile liberty presenti nel borgo.

Tra queste menzioniamo Villa Garnier, Villa Etelinda e Villa Mariani.

Villa Garnier, un maestoso edificio a picco sul mare che si estende su tre piani, è nata come dimora dell’omonimo architetto francese.

La particolarità di Villa Etelinda (anche questa opera dell’architetto Garnier) è invece la torretta che svetta fiera nel cielo.

Villa Mariani era, invece, la residenza del pittore ottocentesco Pompeo Mariani e oggi ospita un grande atelier-museo e un meraviglioso parco.

La visita alla città continua in quella che è la sua parte storica, ovvero la zona di Bordighera Alta, dove è possibile ammirare l’antico fascino di questo borgo fortificato caratterizzato da mura del tardo medioevo, rafforzate poi alla fine del ‘500.

Impossibile non perdersi nell’intreccio di viuzze e piazzette, osservando le case colorate molto alte, che comunicano tra loro mediante degli archi: giunti al centro del borgo non si può lasciarsi sfuggire la chiesa di Santa Maria Maddalena risalente al 1600.

Non solo arte e storia, Bordighera è nota soprattutto per la presenza dell’orto botanico che raccoglie la varietà più ampia di piante grasse di tutta Italia: il Giardino Esotico Pallanca.

Situato alle pendici del vulcano Monte Nero, a picco sul mare, è possibile godere di una splendida vista sulla baia; una cornice unica che fa da scenario alle oltre 3000 varietà cactacee qui presenti e custodite da oltre 4 generazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.