OPEN SESSION ON LANDSCAPE 2017
Ciclo di conferenze internazionali su cittá e paesaggio
Inaugura il 31 Gennaio 2017, a Palazzo Vegni, Firenze, la quarta edizione del ciclo di conferenze internazionali sull'Architettura della Città e Paesaggio, ideato e curato dal curriculum in Architettura del paesaggio del Dottorato di ricerca in Architettura dell’Università degli Studi di Firenze, promosso dal Landscape Design Lab del Dipartimento di Architettura, in collaborazione conil Corso di laurea magistrale in Architettura del paesaggio e il Master di secondo livello in Paesaggistica dello stesso Ateneo. La quarta edizione di Open Session on Landscape 2017 presenta due novità rispetto alle precedenti. La prima, riguarda il filo conduttore che unisce tutte le undici conferenze, un invito al dialogo tra l’ Architettura, la Pianificazione territoriale e...

Leggi ancora


23.GEN.2017      Autore: Redazione
CONDIVIDI
Kaira Looro Competition
Progettare in Senegal un’Architettura per la pace
Kaira Looro Competition for a Sacred Architecture Un omaggio alla sacralità in un luogo remoto della terra. Un simbolo nazionale per la spiritualità del Senegal
L’introspezione, la spiritualità e la divinità. Questi gli elementi su cui ruota l’architettura per il culto. La luce e la leggerezza i materiali che legano il divino al terreno, creando un’architettura di passaggio ove la ricerca dell’interiorità è l’attività su cui ruotano gli spazi e le forme.
“Kaira Looro Competition – Sacred Architecture” è un concorso internazionale di architettura avente come tematica di progetto la celebrazione architettonica della filosofia del culto in un luogo remoto della terra, ove ...

Leggi ancora


02.GEN.2017      Autore: Redazione
CONDIVIDI
Compresenze Urbane
Call to re-habit the city
Parte l’inedita call “Compresenze Urbane” lanciata dal Dipartimento di Architettura dell’Università di Roma3 e dal Dottorato di Ricerca in Paesaggi della Città Contemporanea che accende i riflettori sulle pratiche contemporanee di abitare la città, ne indaga la natura multiforme, promuove la conoscenza e la condivisione delle nuove forme di espressione e di uso dello spazio urbano verso una piena coscienza dei luoghi in cui ci muoviamo. Progetti, testi, immagini. Queste sono le tre categorie di opere ammesse al concorso cui tutti possono partecipare senza restrizioni. Categorie aperte che accolgono linguaggi e strumenti differenti, al fine di carpire le diverse sfumature espressive con cui le compresenze si manifestano nei luoghi della citt&...

Leggi ancora


17.DIC.2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
Borderscapes
Il muro di Betlemme
Nel luogo che ha dato origine al Cristianesimo, a circa trenta chilometri da Gerusalemme, si percepisce in modo crudo e netto, l’immane tragedia  che ha distrutto il futuro di due popoli e di due Stati, che avrebbero entrambi legittimità a coesistere in pace, Israele e Palestina. Appare all’improvviso, viaggiando sull’autostrada 60 in direzione di Betlemme , un lungo “ serpente” di cemento, alto circa 8 metri che si snoda lungo l’ondulato paesaggio agro-pastorale che circonda una delle città più antiche del mondo, Beit  Lehem, in ebraico, “casa del pane”, Bayt Lahm, “casa della carne” in arabo. La barriera circonda la città per più di 12 chilometri, alternando torrette di guardia,...

Leggi ancora


12.OTT.2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
From European to International Biennial of Landscape Architecture
Barcelona 2016
After the impulse of the previous edition, the 9th International Biennial of Landscape Architecture confirms an international dimension both in the Rosa Barba Prize call for recent projects and in the range of contemporary research objectives and debate. This year the Biennial, entitled "Tomorrow Landscapes" is a catalyst for doubt and a driver to illusions and changes in the field of Landscape Design, in circumstances where territorial and cultural disciplines are ranging from anxiety and emergence. In the context of a new climate regime, personal or professional indifference is not an option. We will need to (UN)learn concepts, methods and attitudes. The Anthropocene leads us to redesign and rethink the management of territories of nature in arms. We have witness the emergence ...

Leggi ancora


28..2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
Rosa Barba Prize 2016
Join the NIP’s open call!
On 29th of September will be the official opening of the Exhibition of the International Biennial of Landscape at COAC, Architects’ Association of Catalonia, in Barcelona. The International Landscape Prize exhibition will expose the projects selected, participating in the Rosa Barba International Landscape Prize. This year, 312 projects were selected, divided into four categories: Articulation, Intersection, Regeneration and Transition. Likewise, there will be the International Exhibition of Projects in Schools of Architecture and Landscape Prize, collecting the best projects from 74 universities around the world. The Jury of the Rosa Barba International Landscape Prize – chaired by James Corner (USA), and composed by Manuel Ruisánchez (Spain), Anuradha Mathur, ...

Leggi ancora


27..2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
An ephemeral landscape inaugurates the Biennial
9th International Biennial of Landscape Barcelona
On September 28th, a rug of small plants will cover part of Plaça Nova in Barcelona, in front of the Architects’ Association of Catalonia, to give the starting signal for the 9th International Biennial of Landscape. The installation POP UP GREEN, developed by the Biennial with the collaboration of Barcelona City Council, seeks interaction with citizens, who can take over 8,000 plants and leave them in other parts of the city to design landscapes they imagine or demand. In this way, the installation will be transformed in a social study that will lead to an interven-tion on spaces with green cover, complaint of empty spaces, games with improvised nature and living installation. This action of tactical urbanism, dressing in green Ciutat Vella’s heart, will serve...

Leggi ancora


21..2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
OUTside – Progettazione degli spazi aperti urbani
Al via a Firenze un nuovo Corso di perfezionamento post laurea
Il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Firenze, in partnership con UNISER, Polo Universitario di Pistoia, arricchisce la propria offerta didattica per l’anno accademico 2016-2017 con un Corso di perfezionamento denominato “OUTside” incentrato sulla progettazione degli spazi aperti urbani. Esso è rivolto ai giovani laureati e ai professionisti, sia tecnici privati che dipendenti pubblici, che siano interessati ad approfondire la propria formazione e sviluppare competenze in ambito del paesaggismo urbano. OUTside rientra nei servizi offerti  da Landscape Design Lab LDL, il laboratorio di architettura del paesaggio che opera a supporto delle attività scientifiche di ricerca, di formazione, di trasferimento delle con...

Leggi ancora


19..2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
Time for Impact
Dalla competizione alla collaborazione per realizzare idee
Architetti, Designers, professionisti, vi siete mai chiesti se il tempo che dedicate ai concorsi di architettura, ai concorsi di idee, dove in tanti partecipano ma solo uno o pochi escono vincitori, sia da voi speso davvero con criterio? Oppure vi siete mai chiesti se una parte di quel tempo potreste dedicarla a collaborazioni su progetti più urgenti a scala globale senza dovervi aspettare una vittoria o una sconfitta bensì un risultato socialmente utile alla collettività? A Gianpiero Venturini (Itinerant Office / New Generations) e a Marthijn Pool (space&matter) in collaborazione con AiD (Architecture in Development) è venuto in mente che queste domande dovrebbero o potrebbero porsele tutti coloro che operano nel campo dell’architettura e d...

Leggi ancora


19..2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
IX Biennale Internazionale di Paesaggio di Barcellona
Ecco le scuole finaliste
Settembre è iniziato e la nona Biennale Internazionale del Paesaggio è alle porte; mentre fervono i preparativi per le quattro dense giornate di convegno e confronto che ci vedranno presenti nella capitale catalana per raccontarvele passo passo,  prosegue anche il concorso delle Scuole di architettura e paesaggio di tutto il mondo che ha portato alla selezione dei 12 finalisti. "Secondo le norme stabilite dal presidente della giuria, Juan Manuel Palerm, e vista la valutazione e votazione individuale espressa da ogni membro della giuria internazionale,  presentiamo i finalisti al Premio Internacional de Escuelas de Arquitectura y Paisaje della 9º Bienal Internacional de Paisaje de Barcelona"  questo l'annuncio ufficiale che arriva dall'organizzazione d...

Leggi ancora


09..2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
UNISCAPE People’s Landscape Video Contest 2016
3rd Prize: "The beauty of necessity"
About US: we and our work Paul Hemmen, Robin Ammerlaan Eindhoven University of Technology            Wageningen University   Ours is a heritage of reclaiming land, taming rivers and ‘fighting’ the water. As an old Dutch saying goes: “while God created the earth, the Dutch created the Netherlands”. Dutch landscapes are planned. Our dikes and delta works are the embodiment of landscape engineering. In this changing climate, the peak discharges of our rivers continue to rise. We have learned that heightening our dikes is no longer a sustainable, nor an affordable, solution. Our approach has changed in recent years. Instead of fighting the water, we adapt to it. We protect our cities from flooding, ...

Leggi ancora


31..2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
"Melbourne Tattoo Academy"
Architecture Competition
Il concorso “Melbourne Tattoo Academy”, promosso da Bee Breeders, un brand commerciale di Concept Labs con sede ad Hong Kong, è rivolto ad architetti, studenti e aziende. Tema del concorso è il progetto di un edificio a Melbourne, con funzione di scuola di tatuaggio, spazi per workshops, ostello, e galleria/area meeting pubblica, oltre che concept-cafè. L’arte del tatuaggio fa parte della storia della cultura umana da secoli, risale addirittura agli antichi Greci e Romani. I disegni sul corpo erano tradizionalmente utilizzati per forgiare guerrieri e marinai, e forse per questo sono inconsciamente associati ad un certo tipo di personalità. E nonostante i tatuaggi siano divenuti molto popolari negli ultimi anni, c’è sempre una ...

Leggi ancora


29..2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
24 agosto 2016
Il territorio italiano ancora una volta devastato dal terremoto
24 agosto, ore 3:36 del mattino. La prima e più violenta scossa di magnitudo 6 viene avvertita in tutto il Centro Italia, con epicentro nei pressi di Accumoli, in provincia di Rieti. La terra trema ancora alle 4:33 con una seconda scossa di magnitudo 5.4, cui seguono altre di assestamento. Si tratta del più grave evento sismico degli ultimi anni, paragonabile a quello de l’Aquila del 2009, o dell’Emilia nel 2012. In un’area ad alto rischio qual è la linea rossa degli Appennini, in cui si scontrano la placca africana e la placca euroasiatica, il fenomeno sismico può geologicamente considerarsi “normale”; ciò che ha causato l’inaudita violenza di questo terremoto è stata la scarsa profondità del punto...

Leggi ancora


26..2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
UNISCAPE People’s Landscape Video Contest 2016
2nd Prize: "Unlearning"
About Us: me and my work. Leonardo Marzotti, Università degli studi di Firenze What is Landscape? Landscape is the projection in reality of the environment in which we would like to live. There is no beauty or ugly, there is simply what every one of us sees or wants to see.  Perception is the only thing to determine the Landscape.  Even the desk we are working on, right now, becomes our Landscape.  Landscape does not have any boundaries and it must not have them. Boundaries are just in our mind: it restricts itself, while we are growing up, through the knowledge of the reality and of its rules. Landscape is limitless, thus everything is Landscape! We are the ones who build boundaries because we are not able to live our lives with the concept of Infinite and wit...

Leggi ancora


24..2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
UNISCAPE People’s Landscape Video Contest 2016
1st Prize: "Ostra-Kirkegard: a Landscape in action"
About Us: me and my work. Corné Strootman, Copenhagen University https://vimeo.com/174209096 “My approach to a competition titled “Landscape in Action” was to study a landscape lacking action; Ostra-Kyrkegard, Malmo’s largest cemetery. I recently read a paper about this cemetery, arguing that it feels abandoned, as many graves in a large central part are unmaintained. It explains this decline through the location of the cemetery, in a neighbourhood that over time has seen a cultural shift towards residents with foreign roots and different cultural backgrounds. The (mainly Christian) cemetery is no longer compatible with the residents and subsequently left abandoned. Initially I attempted to capture the social incompatibility between this neighbourhood...

Leggi ancora


10..2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
Blueprint Competition
Dal disegno di Renzo Piano ad un concorso per il waterfront di Genova
E’ stato presentato il 29 luglio a Genova “Blueprint Competition”, il concorso internazionale di idee per la riqualificazione delle aree dell’ex fiera del mare di proprietà del Comune di Genova e di Spim - la società per la promozione del patrimonio immobiliare del Comune.Promosso dal Comune di Genova, d'intesa con Spim, il concorso è il punto di partenza operativo del “Blueprint per Genova” lo studio d’insieme, donato alla città di Genova dal Renzo Piano Building Workshop, che ridisegna la porzione di città che va da Porta Siberia a Punta Vagno. Con il Blueprint Genova potrà tornare a essere una città di mare: così come il recupero del Porto Antico, ridisegnato da Renzo Piano, ha conse...

Leggi ancora


02..2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
Greening Ciompi Square
Alle origini del workshop
All’origine di questa vicenda c’è un colpo di fulmine. Quello avvenuto al congresso IFLA a Torino, lo scorso aprile, fra un gruppo di studenti di architettura del paesaggio di Firenze e Pablo Georgieff, uno dei fondatori dell’atelier parigino COLOCO . << Di Pablo ci hanno colpito la vitalità, la passione e l’amore sconsiderato per i luoghi e soprattutto per le persone – affermano Caterina Biancoli e Leonardo Marzotti, studenti, fra i promotori del progetto. – Il suo modo di raccontare ha rapito tutta la sala e ci ha lasciati a bocca aperta>> . Da questo incontro è nata l’idea di organizzare un workshop a Firenze in collaborazione tra il Dipartimento di Architettura DIDA e l’Atelier di paesaggio urbano COLO...

Leggi ancora


27.LUG.2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
NIP COVER DESIGN 3
III Classificato per “Yellow. Something in the way”
Oggi vi presentiamo il terzo classificato al concorso NIP Cover design 3: ancora una ragazza, ancora una giovane architetto appassionata e visionaria. Isabella Torniani ci regala in questo testo la sua visione della città tra oggi e domani, nel presente, mettendo subito in chiaro una cosa: la necessità inderogabile di sperimentare, di progettare ogni giorno la realtà che vogliamo. Con lei si chiude la premiazione ufficiale del concorso e questo primo assaggio dell’immagini che “Yellow. Something in the way” ha evocato nei nostri lettori. A queste ed altre, il nostro blog darà ampio seguito nei prossimi mesi! Lasciamo alla Cover story di Isabella il compito di guidarci alla scoperta del suo progetto! Esperimentare la città Legge...

Leggi ancora


25.LUG.2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
NIP COVER DESIGN 3
II Classificato per “Yellow. Something in the way”
Vi presentiamo oggi la seconda classificata al concorso NIP Cover design, Marta Citterio classe 1989. Lei stessa si descrive così: “Sono una Graphic Designer e tra le cose che amo nella vita ci sono il cinema, la fotografia, il disegno, l’incisione, il tiro con l’arco, i dolci. Amo la geometria, la simmetria e la precisione, tutte cose che si trovano nell’unica forma perfetta, ovvero la fetta di pizza.” Oltre alla pizza le sue passioni si sono ben espresse anche in questo progetto, che ha guadagnato l’argento sul podio della nostra Call. “A (yel)low point”. Lasciamo alla sua Cover story il compito di illustrarci genesi e cuore della sua proposta.  
Il concept è una forza che si propaga con le sue onde verso o...

Leggi ancora


22.LUG.2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
I finalisti del Premio Rosa Barba
IX Biennale Internazionale di Paesaggio di Barcellona
L’Ordine degli Architetti della Catalogna (COAC) e l'Università di Catalogna - UPC ospitano la 9° Biennale Internazionale dell’Architettura del Paesaggio il 29, 30 settembre e 1 Ottobre 2016, a Barcellona. La Biennale conferma una dimensione internazionale, sia promuovendo gli obiettivi della ricerca e del dibattito contemporaneo, sia mediante l’assegnazione del Premio “Rosa Barba”, rivolto a progetti di paesaggio realizzati nel panorama mondiale negli ultimi cinque anni, La giuria internazionale è composta da personalità di spicco nell’ambito dell’architettura del paesaggio: presidente della giuria James Corner, fondatore di Field Operations, e tra i membri Manuel Ruisánchez, architetto catalano, responsabile d...

Leggi ancora


20.LUG.2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
NIP COVER DESIGN 3
I Classificato per “Yellow. Something in the way”
Il 28 maggio scorso si è concluso anche il terzo concorso per le copertine di NIP ed insieme ad esso si chiude questa stagione dedicata ai concorsi di grafica della nostra rivista. Tre appuntamenti per i primi tre numeri della quadrilogia “CMYK. Farewell to the press” che hanno visto una larghissima partecipazione e che soprattutto ci hanno regalato visioni, narrazioni e frammenti di città del futuro, come se la immaginano i nostri lettori, tra desiderio e disincanto. La giuria, composta questa volta da Susanna Cerri, grafica di professione, Stefano Visconti e Flavia Veronesi, fotografi appassionati cofondatori di Itaca Freelance insieme a Federica Simone la art-director di NIP ed il nostro editore Antonio Carbone, si è espressa assegnando questa volta...

Leggi ancora


19.LUG.2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
L'Alta Via dei Parchi
Itinerari per scoprire il paesaggio appenninico
L’Alta Via dei Parchi si snoda per circa cinquecento chilometri sulla catena appenninica tosco-romagnola, tagliando la penisola da nord-ovest a sud-est dalla provincia di Parma a quella di Pesaro e Urbino, con un itinerario escursionistico che costeggia una incredibile varietà di paesaggi antropici e naturali. Il progetto ambizioso, approvato nel 2009 all’interno del Programma per il sistema regionale delle Aree protette e dei siti Rete Natura 2000, vede affiancarsi per la prima volta, in un unico sistema paesaggistico, tre regioni (Toscana, Emilia Romagna e Marche), due parchi nazionali (Appennino tosco-emiliano e Foreste casentinesi), un parco interregionale e cinque regionali, di qui il suo nome. L’itinerario è toccato trasversalmente da numerosi ...

Leggi ancora


18.LUG.2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
Da la Canopèe a la Canopèe
Aprile 2016 la Canopée è aperta al pubblico. Il grande progetto di rinnovo urbano volto a dare un nuovo volto al centro di Parigi apre le sue porte, anche se queste, come detto nell'articolo precedente (Pavoni P., Da Les Halles a la Canopée. Racconto della trasformazione, in NIPmagazine n. 20, 2014 http://www.nipmagazine.it/magazine), non si sono mai chiuse. Un cantiere difficile per dimensione e ambizione come la città che lo accoglie. Si parla di più di un miliardo di euro spesi fino a questo momento e un cantiere che in realtà non è ancora terminato malgrado tutti gli sforzi per arrivare a una conclusione nei tempi previsti. Alla domanda risponde un gesto. Gli ingressi ancora chiusi, i dettagli ancora da portare a termine e gli intern...

Leggi ancora


30.GIU.2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
9° Biennale Internazionale del Paesaggio
Premio Rosa Barba
La 9° Biennale Internazionale del Paesaggio di Barcellona si presenta quest’anno come un ulteriore passo in avanti nel processo di internazionalizzazione della cultura progettuale nel campo dell’architettura del paesaggio e in quello più innovativo del progetto urbano a carattere paesaggistico. Tomorrow Landscapes è il titolo ambizioso di questa seconda edizione internazionale che caratterizza l’appuntamento mondiale a Barcellona dal 29 settembre al primo ottobre 2016. Il titolo contiene un esplicito invito agli autori contemporanei del progetto peasaggistico di misurarsi con la variabile Tempo, non soltanto nel corso dell’elaborazione dei concept per la trasformazione dei luoghi urbani e non urbani ma, anche di misurarsi con la capacità di ...

Leggi ancora


29.GIU.2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
CAMMINARE SULL'ACQUA.
La sindrome del paesaggista.
Due recenti interventi effimeri a scale diverse, in Italia aprono importanti questioni sul paesaggio; sulla sua necessità di tutelarlo innanzitutto ma, anche su quella di innovarlo con azioni e occasioni che arrivino al cuore della gente, attraverso una professione funambolica ma necessaria, come quella del paesaggista. In 55.000 hanno inaugurato, camminando scalzi, una delle promenade più eleganti e suggestive mai realizzate. “The Floating Piers” di Christo è una passeggiata di 4,5 km lungo un telo “arancio dalia” teso sul filo dell’acqua e che unisce attraverso tre segmenti, Sulzano, Montisola e l’isola di San Paolo. «Vi farò camminare sulle acque»anticipava Christo, «meglio se verrete senza scarpe; sar&ag...

Leggi ancora


22.GIU.2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
DALLA CEP ALLA CEI
Una nuova visione del paesaggio e della città nell'enciclica di Papa Francesco
A dieci anni oramai, dalla ratifica in Italia della Convenzione Europea del Paesaggio, quest’ultima sembra inevitabilmente aver esaurito la sua spinta propulsiva che tanto ci aveva entusiasmati. L’incisività della stessa, sembra essersi smarrita nella trasposizione di concetti altamente culturali, in possibili regole e codici da applicare. Poche invece le azioni incisive che negli anni avrebbero certamente aiutato una naturale evoluzione della stessa. Nell’ultimo anno, però, è giunto un assist inaspettato quanto inusuale per latitudine, ma non ancora, a mio avviso, colto fino in fondo.
Si tratta della Lettera Enciclica “Laudato sì” di Papa Francesco, e soprattutto della sua recente applicazione sotto forma di Manifesto da part...

Leggi ancora


31.MAG.2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
"Godi Fiorenza, poi che se' si grande...
...che per mare e per terra batti l'ali
e per lo 'nferno tuo nome si spande"
Nel XXVI canto dell’Inferno, Dante Alighieri si trova nell’ottava bolgia, dove sono puniti i “ consiglieri di frode”, Qui, Dante fa una riflessione sull'ingegno e sul suo utilizzo: l'ingegno è un dono di Dio, ma per il desiderio di conoscenza può portare alla perdizione, se non è guidato dalla virtù cristiana. Ecco, a distanza di sette secoli, tale “premonizione” appare simbolicamente avverarsi davanti all’apertura di una voragine lunga circa 300 metri e profonda quasi due metri sul Lungarno Torregiani, a cento metri dal Ponte Vecchio. Le cause sono tutte da accertare, se tale evento sia dovuto alla rottura di un vecchio tubo dell’acquedotto del diametro di 70 cm o se , invece, le perdite d’acqua del collett...

Leggi ancora


30.MAG.2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
NIP COVER DESIGN 2
Menzionati a pari merito
Ecco a voi i  sei menzionati a pari merito delle nostra seconda call!!! Da Dialogo Nasce Cosa di Antonella Manetti   L'urlo del mondo del gruppo Housegrafik   Magenta | Downtown Dialogue di Alberto Lago   Ascolta la città di Linda Martellini   ALTRO(VE) di Miriam Poletti   Colloqui urbani. Dare spazi alle voci del gruppo PUBLIC - in progress ...

Leggi ancora


24.MAG.2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
TEMPO E PAESAGGIO
João Ferreira Nunes (PROAP) e João Gomes da Silva (GAP)
Colleghi, ma anche un po’ concorrenti. Così João e João (Ferreira Nunes e Gomes da Silva) descrivono il loro legame di amicizia e competizione per il quale sono stati affiancati nella 6° Open Session on Landscape a Firenze il 12 aprile. PROAP e GAP, gli studi da loro fondati, hanno entrambi sede a Lisbona, “la città più bella del mondo”, come essi, sorridendo, la definiscono. Prosecutori di quella cultura architettonica portoghese che trova illustri esempi nel linguaggio di Alvaro Siza ed Eduardo Souto de Moura, il loro fare paesaggio consiste in un processo creativo multidisciplinare, che sfocia in un segno pulito ma denso di significato e portatore di solide motivazioni concettuali.

Proprio il significato del tempo ri...

Leggi ancora


06.MAG.2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
IL PARCO CENTRALE DI PRATO:
LA GIURIA INTERNAZIONALE, PRESIEDUTA DA BERNARD TSCHUMI, HA SELEZIONATO I DIECI CONCORRENTI FINALISTI.
Il Comune di Prato ha indetto un concorso internazionale di architettura a procedura ristretta con preselezione per il nuovo parco di tre ettari nel centro storico cittadino (www.ilparcocentralediprato.it). La giuria, della quale fanno parte Bernard Tschumi, Massimo Nutini, Michelle Provoost, Sébastien Marot e Roberto Zancan, ha selezionato, tra 230 candidature provenienti da tutto il mondo, i 10 concorrenti che verranno invitati a partecipare al concorso di progettazione: team articolati e innovativi, così come è innovativo e originale il tema proposto dal concorso che porrà ai progettisti delle interessanti sfide. La seduta per designare il vincitore, al quale verrà dato un premio di 40mila euro e affidato l’incarico della redazione del progetto d...

Leggi ancora


06.MAG.2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
NON CASE MA CITTA' 2.0
un percorso partecipativo a Firenze
250 locandine, 500 lettere, 5000 card, 1000 guide pieghevoli, 10 video interviste, 3 momenti di confronto tra cittadini e amministrazione, 8 laboratori didattici nelle scuole, 1 mappa interattiva. Sono questi i numeri del percorso di partecipazione “Non case ma città 2.0” promosso dai Comuni di Firenze e Scandicci per discutere del futuro della ex Caserma Gonzaga – Lupi di Toscana. Situata al confine con il Comune di Scandicci, tra i quartieri San Lorenzo e Ponte a Greve, San Quirico, e l’ospedale Torregalli, la Caserma si estende su una superficie di 9,4 ettari, è attualmente dismessa e in stato di abbandono. Questa area, prima considerata marginale, grazie all’avvento della tramvia ha assunto sempre più un’importanza cruciale pe...

Leggi ancora


04.MAG.2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
L'arte di giocare
Nuove sculture per divertirsi in città
Come tutti sanno, ai bambini basta poco per divertirsi, e quanto meno i loro giochi sono specifici, tanto più la loro fantasia è in grado di scatenarsi. Questo semplice assunto è alla base di una visione progettuale profondamente diversa da quella che produce i giardini e i giochi standardizzati tanto diffusi nelle città. Se giocare è un modo per conoscere se stessi e gli altri, sviluppare capacità motorie, aumentare abilità individuali e collaborative, condividere momenti di benessere, trovare ovunque gli stessi giochi riduce di molto tali possibili esperienze. Molti progettisti lavorano oggi alla ricerca di una nuova idea di gioco urbano che sia al tempo stesso elemento di design formalmente integrato nel progetto e luogo di infinite sp...

Leggi ancora


27.APR.2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
NIP COVER DESIGN 2
IV classificato
"HUMAN LANDSHAPES" è il progetto che conquista il 4° posto alla nostra seconda Call ed il suo autore, Carmine Bellucci, ce lo racconta così:    Vivere insieme significa dialogare continuamente l'un l'altro. Con parole, con comportamenti, con gli spazi. Con questa immagine ho voluto creare una visione, un pensiero, un auspicio ma anche una riflessione sul nostro vivere gli spazi, fisici e non. Cosa nasce dal dialogo? Dal rispetto dell'altro o semplicemente dall'ascoltare? Possiamo fondare il nostro vivere comune sull'ascolto reciproco? Siamo in grado di creare messaggi, pensieri o "paesaggi/ambienti" che ci innalzano e ci fan crescere? Dialogare significa accettare il diverso, colui che abbiamo difronte ed essere aperti ad una eventualità, ad una pos...

Leggi ancora


25.APR.2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
Pigmenti
Il valore sociale della Street Art
Pigmenti nasce a Bergamo all’interno del Patronato San Vincenzo come estensione della serigrafia Tantemani, laboratorio formativo e lavorativo per ragazzi con diverse abilità cognitive e relazionali.
Il progetto si sviluppa sul modello della Residenza d’Artista: invitiamo street artist ingaggiandoli in un breve soggiorno durante il quale possono entrare in contatto con la città o con contesti specifici come quartieri, strutture o progetti di particolare rilievo; incontrano giovani artisti locali e studenti, tengono dei workshop e hanno a disposizione la serigrafia per poter sviluppare loro progetti con il grande vantaggio di seguirne direttamente il processo di stampa. La residenza si conclude con l’intervento di arte pubblica e un evento per costruire ...

Leggi ancora


20.APR.2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
NIP COVER DESIGN 2
III classificato
Vi presentiamo Jorghe Tocchetti, terzo classificato alla nostra seconda Call con il progetto dal titolo "In Penombra" che ha saputo emozionare con la sua cover story la nostra giuria. Cover Story
Le città. Le città soffocano tutti i giorni, sotto al peso del marketing, degli strilli ingombranti delle pubblicità, dello stridio dei messaggi.
Un nuovo cellulare, lo snack superlight, l'assorbente perfetto.
All’oscuro di tutto questo, nelle calde notti urbane, nuove forme prendono vita eteree, fatte di energia invisibile.
Leggende urbane. Miti sotterranei. Culture fantasma.
Di notte la strada vive, trasmette, veicola messaggi.
Laddove il cuore continua a battere e la mente ad immaginare si creano nuovi incredibili scenari, e il mondo c...

Leggi ancora


18.APR.2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
DENTRO LA MENTE DI ALVARO SIZA VIERA
DAL CICLO DI CONFERENZE INSIDE A CREATIVE MIND
FONDAZIONE GULBENKIAN DI LISBONA
Vivo a Lisbona da sole tre settimane, dove lavoro come ricercatore in un gruppo socio-territoriale all'interno della facoltà di architettura. Città estremamente creativa e propositiva, cerca attraverso numerosi seminari e conferenze di aiutare le nuove leve di architetti ad incontrare alternative progettuali in un periodo non facilissimo per la nostra professione. Tra i vari cicli di conferenze, uno molto interessante al quale ho avuto modo di partecipare è "inside a creative mind" Arquitetura Portuguesa / Criatividade e inovaçao, presso la Fundação Calouste Gulbenkian che propone un'esposizione sul processo creativo in architettura dove verranno presentati sette progetti disegnati dagli atelier di riferimento portoghesi: Alvaro Siza, Gonç...

Leggi ancora


15.APR.2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
UN ESPLORATORE
MICHEL DESVIGNE
Se andate a vedere il suo sito internet non troverete un elenco di progetti, di fotografie, di testi, di riconoscimenti, come ci si aspetterebbe dal sito internet di uno dei più grandi architetti paesaggisti contemporanei. Se andate a vederlo, altro non troverete che una pagina bianca con su scritti pochi caratteri in nero: MDP/ Michel Desvigne Paysagiste, e poi un indirizzo, una mail e un numero di telefono. Questo basta a definire Michele Desvigne. Un personaggio fuori dagli schemi, un francese che parla un italiano fluente e pacato, con la consapevolezza di chi negli anni ha sviluppato un proprio pensiero, e sa che questo non dovrà per forza piacere a tutti. Poesia e provocazione, ironia e narrazione, si sono avvicendate durante la lecture che ha tenuto alla Palazzina Rea...

Leggi ancora


14.APR.2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
NIP COVER DESIGN 2
II classificato
A salire sul podio della nostra seconda Call questa volta è un gruppo di giovani progettiste, sono Alessia Petrone, Francesca Torelli e Ludovica Innocenti con il progetto dal titolo "IL BANCO [DEI PEGNI]"
Tutto per voi. Cover story
Ci hanno chiesto d'infrangere le regole, valorizzare il cambiamento, essere competenti, gestire le emozioni, essere insoddisfatti, saper riconoscere un’intuizione, essere semplici, sviluppare il “sense of humor”, essere curiosi, tenaci e visionari, valorizzare il talento, essere privi di pregiudizi, imparare dagli errori. Forse la nostra è mera aspirazione a tutto questo ma da cinque anni possiamo dire che ci crediamo, crediamo ancora in tutto questo. Ludovica Innocenti, Alessia Petrone e Francesca Torelli s'incontran...

Leggi ancora


13.APR.2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
HEY, BIG Ki!
Una "foresta" come luogo della cultura popolare a Tokyo
Da tempo immemore la storia del Giappone è costellata di leggende che arricchiscono sempre l'animo di chi le ascolta. Spesso sono racconti che passano di bocca in bocca, di vicende che sono nate ancor prima che l'uomo imparasse a “costruire”. L'essenza di tutto questo – però – può essere qui realizzata attraverso la simbologia asiatica e europea che si incontra nella figura sacra e totalizzante dell'albero. Non troppo distanti, infatti, risultano essere le sintesi che vedono il ciliegio compararsi con l'Yddrasill, proveniente dalla tradizione norrena, dove la vita e la cultura di un luogo si riflettono attraverso i rami e le chiome di queste eterne piante.     Così seguendo la cultura popolare, la costruzione – nel ...

Leggi ancora


06.APR.2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
And the winners are...
Ecco il vincitore di NIP Cover Design 2.
Ecco i risultati della seconda Call NIP COVER DESIGN: la nostra giuria, composta da esperti di grafica ed editoria, si è espressa e finalmente vi presentiamo i progetti che hanno saputo interpretare al meglio lo spirito e le tematiche proposte da “Magenta. A landscape literature" il secondo numero della quadrilogia “CMYK. Farewell to the press” appena uscito. Il concorso ha visto una partecipazione ampissima e i nostri giurati, Giò Fuga, Stefano Visconti, Federica Simone, Flavia Veronesi e Antonio Carbone, si sono confrontati passando in rassegna tutte le vostre proposte, vagliando la qualità di immagini e testo, la loro sinergia e soprattutto la capacità di stimolare nuove riflessioni. Il tema del Dialogo, della sua presenza e...

Leggi ancora


04.APR.2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
31 Mar 2016 ZAHA HADID 1950-2016
“It is with great sadness that Zaha Hadid Architects have confirmed that Dama Zaha Hadid, DBE died suddenly in Miami…” Oggi titola così l’home page del sito Zaha Hadid Architects. Donna eccentrica, creativa e rivoluzionaria, ha segnato la storia dell’architettura contemporanea e nel 2004, per la prima volta, ha tinto di rosa il più importante riconoscimento nel campo dell’architettura mondiale: il Premio Pritzker. Il suo nome completo era Dame Zaha Mohammad Hadid: di origini irachene poi diventata londinese fu scoperta dal giovane Rem Koolhaas e da Peter Cook, il leader degli Archigram, che la individuò presto come la promessa. E non si sbagliava: di lì a poco è stata etichettata archistar al pari dei grandi nomi ...

Leggi ancora


01.APR.2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
Irrigare il deserto
l'oasi di Al Ain nel Patrimonio Unesco
Abitata da tempi remotissimi, l’area su cui sorge la città di Al Ain, 160 km sud-est di Abu Dhabi, deve la sua prosperità alla vicinanza di importanti acquiferi, relativamente superficiali, alimentati dai monti Al Hajar al confine con l’Oman. Il nome della città significa “la sorgente” e ancora oggi Al Ain è conosciuta come the Garden City per l’abbondanza di giardini e verde pubblico. La città, seconda per importanza dell’Emirato, si sviluppa attorno a sette oasi, di cui la principale, che ne porta lo stesso nome, si estende per circa 110 ettari e comprende al suo interno anche diversi edifici e forti difensivi, oggi musei. La coltivazione di palme da dattero è la principale attività che si svolge nell...

Leggi ancora


29.MAR.2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
Waiting for Magenta... A Landscape Literature
Si chiude il bimestre Azzurro di NIPmagazine e con esso il primo importante capitolo della collezione “CMYK. Farewell to the press” che ha avviato una lettura della città contemporanea nel suo rapporto con l’acqua, per ripensare la modalità e la forma della sua presenza urbana in futuro. L’attenzione si volge ad un altro tema chiave, su cui sono puntati i riflettori internazionali, che è sicuramente meno materico ma di certo non meno concreto e importante: il Dialogo. Ancora una settimana e la transizione sullo spettro cromatico sarà completa …NIPmagazine si tinge di Magenta! Alla luce dei recenti fatti di Bruxelles e dello sciame terroristico che da mesi e mesi imperversa nel vecchio continente, sempre di più servono ner...

Leggi ancora


25.MAR.2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
FROM MICRO TO MACRO
La dimensione narrativa del paesaggio
Johanna Gibbons e Neil Davidson
Nel quarto capitolo delle Open Session 2016 torniamo ad occuparci della scuola paesaggistica del Regno Unito con lo studio londinese J & L Gibbons. Per raccontare sè stessi i due amano partire dalle proprie radici: famiglia di architetti da generazioni quella di Johanna Gibbons, mentre Neil Davidson ricorda di quando, ancora bambino, amava osservare il panorama della sua Scozia, profondamente trasformato dalle sedimentazioni geologiche e dall’uomo. Sarà che il contesto in cui si nasce e si cresce può avere il suo peso , o perchè essi si sono resi conto che a volte è importante “ciò che sta sotto” e non si vede. Ma è così che i due architetti hanno imparato ad osservare il territorio con la lente di ingrandimento...

Leggi ancora


23.MAR.2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
Ninguno pedirá un parking
Ninguno pedirá un parking, nessuno chiederà un parcheggio, è un titolo del quale erocerto fin dall'inizio per questo progetto artistico realizzato a Valencia in uno spazio urbano inutilizzato, una sorta di terzo paesaggio per dirla alla Gilles Clément, generalmente frequentato dai cani del circondario e dai rispettivi padroni.     La mia convinzione si basava sul fatto che un bimbo di tre anni difficilmente reclamerà un posto auto. Ma andiamo con ordine: si tratta di una installazione artistica site-specific, realizzata in un'area incolta compresa tra i palazzi di otto-dieci piani, pensata per essere esposta in una collettiva fotografica avente per tema lo spazio urbano.     L'idea era quella di reinterpretare questo luogo s...

Leggi ancora


18.MAR.2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
Toucher l'eau
Il territorio come patrimonio
Anne-Sylvie Bruel e Christophe Delmar
“Quando ci è stato chiesto di scrivere un articolo per NIP Magazine (n. 31 “CYAN or Design with Water”), non è stato facile condensare in poche battute i risultati del lavoro di una vita”. È quanto affermano Anne-Sylvie Bruel e Christophe Delmar, protagonisti della 3° Open Session alla Palazzina Reale di S. Maria Novella. Sì, perchè per loro da sempre il lavoro e la vita sono due facce della stessa medaglia. Già marito e moglie, nel 1989 fondano l’Atelier de paysages Bruel-Delmar, viaggiano molto, osservano e disegnano ciò che vedono. In Marocco scaturisce così un’intuizione e Sylvie e Christophe iniziano a sviluppare un loro personale “vocabolario dell’acqua”, composto da term...

Leggi ancora


16.MAR.2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
BLU dipinto di BLU, e Il graffito non c'è piú!
Bologna grida: La street art non è in vendita.
Passeggiare per Dresda, in Sassonia, ha un fascino particolare soprattutto quando si attraversa l’Elba e il centro antico della città e ci si addentra nella Neue Stadt, la Città Nuova. In questa parte della città non è possibile camminare guardando per terra, perché la street art caratterizza qualsiasi facciata, angolo, parcometro e basamento con opere fantastiche e varie. È una galleria d’arte a cielo aperto, visibile a tutti, appassionati d’arte di strada o semplici passanti… difficile pensare che in questa città i graffiti e i murales siano considerati un qualcosa di deturpante dalla popolazione di residenti, anzi negli anni ’90 è nato un progetto di condivisione della Street Art, cresciuto con le ...

Leggi ancora


14.MAR.2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
London Internet Museum
International Architecture Competition by Bee Breeders
Cari lettori, i nostri partner di Bee Breeders hanno appena lanciato un concorso di idee davvero suggestivo: London Internet Museum. Questa volta ci spostiamo a Londra, in una vecchia stazione ferroviaria, la North Woolwich Old Station, che in origine rappresentava la stazione capolinea della Great Eastern Railway. Dismessa come stazione ferroviaria è stata per un periodo parzialmente trasformata in un museo, il North Woolwich Old Station Museum, chiuso purtroppo nel 2008.
Oggi Bee Breeders lancia una call for ideas per trasformare quello che prima era un simbolo della rete dei trasporti, in un museo di quella che oggi è “la rete” che ha segnato il nostro modo di vivere, interagire, lavorare.
Ma perché proprio a Londra un museo per internet? Semb...

Leggi ancora


12.MAR.2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
Paesaggio, comunitá e creativitá
Lynn Kinnear
Dopo il terzo appuntamento Open Session, è la volta di parlare di Lynn Kinnear, architetto londinese, fondatrice dello studio Kinnear Landscape Architects (KLA), che è stata ospite di Palazzo Vegni il 16 febbraio. Lynn ha animato la lecture con un tocco delicato ma fermo, caratteristico della sua personalità, e riscontrabile anche nel modo in cui si approccia alle dinamiche della rigenerazione urbana.   Il metodo di KLA è di tipo collaborativo. Il progetto si sviluppa attraverso un confronto con l’opinione pubblica reale, grazie all’ausilio di facilitatori e artisti che lavorano con le comunità. Qualche esempio di processo partecipativo: a Brentford una parte del budget è stata impiegata in una campagna divulgativa attraverso vol...

Leggi ancora


04.MAR.2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
FESTIVAL DEI GIARDINI
5° edizione Ortogiardino 2016
"FANTASIE VEGETALI IN GIARDINO"
Selezionati i progetti finalisti per il 5° Festival dei Giardini del prossimo Ortogiardino 2016. Impegnativo è stato il lavoro della commissione giudicatrice per selezionare gli allestimenti-giardino che saranno realizzati per la quinta edizione del Festival dei Giardini presso la 37° edizione di Ortogiardino, il più importante Salone dedicato al giardinaggio e alla floricoltura del Nord Est, in programma alla Fiera di Pordenone dal 05 al 13 marzo 2016.
Numerose sono state le adesioni da parte dei progettisti per la selezione, a livello nazionale, dei migliori allestimenti a verde interamente dedicato ad “Fantasie vegetali in giardino”. I 14 progetti selezionati saranno prossimamente visibili e visitabili dal pubblico all'interno dei padiglioni fi...

Leggi ancora


29.FEB.2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
Pedalando verso le Olimpiadi 2016
Inaugurata a Rio de Janeiro "La più spettacolare pista ciclabile del mondo"
Rio de Janeiro, seconda città del Brasile si sta preparando ad ospitare la 20° edizione delle Olimpiadi, al via ad agosto.
Tra ritardi e blocchi nei cantieri, lo scorso dicembre è stato intanto inaugurato il Museu do Amanhã che porta la firma di Santiago Calatrava e si propone di approfondire tematiche quali sostenibilità, consumi, rifiuti e salvaguardia ambientale.
Tra le emergenze sociali e abitative delle favelas, in netto contrasto con il fiorire di grandi opere monumentali, Rio riesce comunque a segnare un punto a suo favore classificandosi come la città con la più estesa rete ciclabile dell’America Latina. Sembrerà strano ma Rio vanta oltre 439 km di piste ciclabili diffuse in tutta la città, le cosidette ...

Leggi ancora


22.FEB.2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
NIP COVER DESIGN
IV classificato
CMYK. Cyan
A diciassette anni ho rischiato di dilapidare tutto il profitto del mio lavoro estivo in un multiplo di Man Ray proposto in una televendita in un caldo pomeriggio di agosto. La mia naturale attrazione verso il nonsense accentuata dall’utilizzo del mezzo fotografico, per me fino ad allora mezzo di rappresentazione del reale per eccellenza, (o forse era un pomeriggio davvero troppo caldo) mi spingevano verso l’apparecchio telefonico pronto a compiere l’incauto gesto.
Fortunatamente rinsavii in tempo e ciò mi permise uno splendido viaggio in Europa, uno di quelli che non ti scordi e che solo a diciassette anni si possono fare.
Tuttavia qualcosa era scattato e la passione per la fotografia intesa come possibilitàdi costruire la realtàe non di ra...

Leggi ancora


15.FEB.2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
NIP Cover Design
III classificato
CMYK. Cyan
Vita ricreata
Acqua : Vita = Ciclo : Creazione L’acqua l’elemento primordiale del nostro pianeta compone per il 70,8% la superficie terrestre. L’acqua è vita ed essenza del nostro essere. Si manifesta come ciclicità attraverso agenti atmosferici in tutta la sua forza e dirompente ci travolge sin dalle nostre origini ai tempi della creazione. È una singola goccia l’ingrediente da cui nato il tutto. Ma cosa succederebbe se questa singola particella imprescindibile, conosciuta con la nota formula chimica H2O, cessasse di esistere? Lo scenario è presto definito. Il mondo cosi come lo conosciamo diventerebbe freddo e inospitale, abitato da macchine che governano il nostro suolo sterile della componente naturale, ma generatrice grazie a...

Leggi ancora


10.FEB.2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
NIP Cover Design
II classificato
CMYK. Cyan
La meravigliosa deriva blu L’acqua è intrappolata in una gabbia di astuta indifferenza e complice, proficuo silenzio. Costretta a fuggire, ne esce impetuosa e più forte di com’è arrivata, giù dal cielo e sopra i tetti e poi fin dentro le persone. Fotogramma per fotogramma, si susseguono eroismi d’annata, volti di sfacciati e di responsabili, d’innocenti, imputati, legali, storie vecchie e storie nuove, ipotesi, inchieste, qualche sentenza, qualche preghiera. Ciò che resta quando acqua e fango e vergogna si ritirano e ci lasciano intravedere è, ai più, un’ambigua mescolanza di fatti.
È la storia della deturpazione di un paesaggio e di un paese, l’Italia, che fa di se stessa il più meravi...

Leggi ancora


08.FEB.2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
And the winners are...
NIP Cover Design. Call for Graphic+ projects
CMYK. Cyan
La prima Call di NIPmagazine si è conclusa, la giuria si è espressa e finalmente vi presentiamo i progetti che hanno saputo interpretare al meglio lo spirito e le tematiche proposte da “CIANO. Or Design with Water” il primo numero della nostra collezione “CMYK. Farewell to the press”. Molte sono state le adesioni alla Call e tanti i punti di vista sul tema con cui i nostri giurati Chiara Previti, Stefano Visconti, Federica Simone, Flavia Veronesi e Roberto Rovetta, si sono confrontati vagliando la qualità di immagini e testo, la loro sinergia e la capacità di stimolare nuove riflessioni. Progettare con l’acqua, ripensare le nostre città in equilibrio con questa preziosa risorsa, rivedere le nostre attuali abitudini di consu...

Leggi ancora


31.GEN.2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
Waiting for "CYAN. Or design with water"
NIPmagazine si tinge di blu.
Ancora una settimana e il nuovo numero di NIP sarà on-line. Ed insieme a “CIANO or design with water”, sono molte le novità che NIPmagazine ha in serbo quest’anno. Inauguriamo il 2016 con un nuovo progetto “CMYK. Farewell to the press”, che avete già iniziato a scoprire con la nostra prima Call for Graphic+ projects, appena conclusa. È un progetto unitario, un unico racconto articolato in 4 numeri tematici in costante interazione con il nostro Blog, che via via ospiterà articoli, news, progetti, eventi e tutte le impressioni e le riflessioni sul tema del bimestre che vorrete condividere con il nostro Network collaborando direttamente con la nostra redazione. I riflettori si accendono sulla metropoli contemporanea, sui tutt...

Leggi ancora


22.GEN.2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
TRIPLE BRIDGE WATERFRONT
Architecture Competition by Bee Breeders
The winners are...
I nostri colleghi di Bee Breeders, specializzati nell’organizzazione di concorsi di architettura, hanno concluso un’altra competizione di cui NIP è media partner, Triple Bridge Waterfront.
Il concorso si è svolto per dare idee sulla riqualificazione di un’area sul lungo fiume nella città di Liepaja dando molta rilevanza alla ricerca di nuova vitalità degli spazi pubblici in un contesto caratterizzato da edifici di carattere storico e un’importante affaccio sul fiume.
Nel bando di concorso si chiedeva inoltre di aggiungere attrazioni per i turisti, spazi per conferenze, bar, ristoranti. La competizione ha richiamato l’attenzione di numerosi partecipanti da tutto il  mondo e ha permesso a Bee Breeders di selezionare pro...

Leggi ancora


18.GEN.2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
Il Parco centrale di Prato.
un nuovo spazio pubblico, tra Storia e Modernità.
 Alla vigilia del nuovo Anno, l’Amministrazione di Prato si è impegnata a realizzare un progetto in un’area strategica per la città, a contatto con le mura trecentesche e con il centro storico, che, se realizzato così come è stato presentato, segnerebbe una svolta nelle politiche urbane della Toscana.
A seguito di un recente accordo con la Regione Toscana, infatti, il Comune è entrato in possesso del comparto posto all’interno delle mura attualmente occupato dagli edifici dell’ex Ospedale Misericordia e Dolce ed è in corso di approvazione definitiva una variante urbanistica che prevede la realizzazione di un nuovo grande parco urbano di circa 3 ettari a servizio della città. Un intervento che ha l’amb...

Leggi ancora


05.GEN.2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI
Il paesaggio come PALINSESTO
Time and Landscape_How things merge
João Nunes/PROAP
Continuità, natura e artificio, spazio e tempo. È attraverso questi valori che João Nunes ha spiegato la sua idea di paesaggio in occasione del ciclo di conferenze “Daniel Urban Kiley Lecture” presso la Harvard University Graduate School of Design tenutasi lo scorso ottobre. Se da un lato la vita di un edificio giunge al suo culmine all’atto stesso del compimento della costruzione, quella di un ambiente naturale segue un processo opposto, associato allo sviluppo degli elementi naturali inseriti all’interno di esso, per cui la vita di ciascun essere vegetale parte dall’origine e con ritmi diversi cresce, si trasforma e si evolve nel corso del tempo.Per João Nunes il tempo non è un nemico contro cui combattere, un ostacolo di...

Leggi ancora


16.DIC.2015      Autore: Redazione
CONDIVIDI
Un'apologia della natura
Giardino della Fondazione Calouste Gulbenkian
 Entrando all’interno del giardino della Fondazione Calouste Gulbenkian subito si assapora un’atmosfera dolce e ci si dimentica di essere nel bel mezzo della città di Lisbona. Si percorrono vari sentieri all’interno di questo spazio aperto e avanzando siamo sempre più sedotti dalla sua transitorietà.
L’acqua, elemento che ci accompagna in molteplici forme ed effetti per tutto il cammino, è uno strumento di liberazione e partecipazione: rappresenta un’esperienza ludica attraversare ruscelli saltando su blocchi immersi di calcestruzzo. Quando si cammina nel Giardino degli occhi l’aria diventa magica e si ha una percezione enigmatica del terreno offerta da specchi d’acqua rotondi, occhi, che cambiano la profondit&...

Leggi ancora


11.DIC.2015      Autore: Redazione
CONDIVIDI
THE WINNER IS: VERTICAL FOREST by STEFANO BOERI
INTERNATIONAL HIGHRISE AWARD 2014
In una precedente conferenza, l’architetto Stefano Boeri, aveva definito il proprio progetto Bosco Verticale (Vertical Forest), come «un tentativo di accostare natura e architettura […] una forma di prossimità tra ambiente esterno e interno […] il successo di uno sforzo di progettazione» in cui fosse l’architettura a fare da sostegno al mondo naturale. Un tentativo assolutamente ben riuscito, nonostante lo scetticismo di molti, che si è meritato numerosi premi tra cui qualche giorno fa l'INTERNATIONAL HIGHRISE AWARD 2014 , il premio biennale per il più bel grattacielo del mondo.

Ribaltando la logica del consumo di suolo e il ruolo tra natura e architettura Boeri si fa pioniere di un nuovo modo di vedere la residenza nell...

Leggi ancora


20.NOV.2015      Autore: Redazione
CONDIVIDI
I NEW RURALS.
Tra Arte e Agricoltura.
Negli anni 70 due visioni culturali divergenti nel descrivere il rapporto tra Uomo e Paesaggio, animavano il mondo della Land Art tra America ed Europa. Da un lato il sublime contro cui si confronta l’uomo, dall’altra l’uomo che torna all’agricoltura in un periodo storico fortemente ideologizzato.
Cosa rimane e quale confine è possibile tracciare tra l’impegno culturale e politico di quegli anni e gli artisti che oggi operano nei processi di rigenerazione rurale? Nelle pratiche contemporanee, e qui ve ne presentiamo una breve panoramica, si riconosce un attivismo comunitario laddove l’ecosistema relazionale che si compone attorno all’attivazione della cultura rurale, è altrettanto imprescindibile e co-primario rispetto al bene me...

Leggi ancora


09.NOV.2015      Autore: Redazione
CONDIVIDI
Flâneur
New Urban Narrative
Lisbona cammina e racconta
Flâneur_nuove narrative urbane, è un progetto europeo per l’arte nello spazio pubblico che incoraggia gli artisti a produrre nuove letture della città e degli spazi urbani.
Non a caso la scelta del termine “flâneur”, espressione resa famosa dal poeta francese Charles Baudelaire, indica colui che vaga nella città, al fine di sperimentare e provare emozione nell’osservare il paesaggio mutevole che si presta davanti ai suoi occhi. A seguito di questa definizione è stato utilizzato come strumento per comprendere i fenomeni urbani di modernità geografica, culturale e sociale ed è una vera e propria azione attiva che spinge fotografi, scrittori ad esplorare il territorio urbano con un nuovo approccio che rende ...

Leggi ancora


23.OTT.2015      Autore: Redazione
CONDIVIDI
Carrilho da Graҫa: Lisboa
Garagem Sul, CCB - Centro Culturale di Belém
“Lisbona sembra avere questa capacità, ancora oggi, di rivelare in un modo così evidente, quasi come un corpo, il territorio che la supporta; come se la città fosse un abbigliamento sulla parte superiore di un corpo che costantemente rivela se stesso e diventa visibile.” La retrospettiva di Carrilho da Graҫa non è una mostra dei suoi lavori, ma piuttosto una manifestazione del modo di guardare fatta attraverso la città di Lisbona con la quale l’artista ha lavorato per più di trenta anni: l’obiettivo è di illustrare una teoria del territorio che viene espressa tramite piani e modelli di Lisbona e ribadita da plastici di singoli progetti selezionati. La teoria mette in luce come la costruzione di una citt&ag...

Leggi ancora


19.OTT.2015      Autore: Redazione
CONDIVIDI
Roussillon, il Colorado in Provenza
Da cava per i pigmenti a percorso naturalistico
A prima vista uno si sente anche un po' spaesato. Si perchè pensavi di essere in Francia, poco a nord di Aix en Provance ad una manciata di chilometri da Avignone, invece di fronte a te si ergono formazioni rocciose scoscese, dall'aspetto fantasioso ed inusuale, con colori scintillanti dall'ocra fino al rosso più acceso, tanto che la folta vegetazione attorno sembra più verde ed il cielo più blu. Sembra quasi l'ambientazione di un film western.
Il Colorado, il "Grand Canyion" in formato ridotto, ma con declivi più dolci e meno sterpaglie. Dopo i primi secondi ti guardi meglio intorno, percepisci il profumo delicato della lavanda e ti accorgi che sei giunto vicino ad un piccolo borgo di case gialle e marroni, con le piante rampicanti ovunque e le pe...

Leggi ancora


02..2015      Autore: Redazione
CONDIVIDI
LA MAGIA DI VILLA SORRA
raccontata in un libro
Villa Sorra costruita alla fine del XVII secolo a cavallo dell’antico confine tra il Ducato di Modena e lo Stato Pontificio, è una delle più importanti ville storiche del territorio modenese. Il suo parco è considerato l’esempio più rappresentativo di giardino “romantico” dell’Ottocento estense ed è ritenuto il più importante tra i giardini informali presenti in Emilia Romagna.
In questo luogo straordinario il rapporto fra architettura, territorio ed ambiente vive di uno stretto legame identitario inscindibile che per la collettività ha un valore irrinunciabile; l’edificio nobile, il parco storico, i manufatti romantici, le vie d’acqua e i poderi agricoli, singole parti che insieme formano un un...

Leggi ancora


26.GIU.2015      Autore: Redazione
CONDIVIDI
SPACES OF INDECISION
Workshop con Gilles Clement e i Coloco
Manifatture Knos | Lecce
SPACES OF INDECISION è il VI appuntamento degli Incontri del terzo luogo; una serie di incontri, iniziati nel 2012 e proseguiti con appuntamenti semestrali fino alla loro ultima edizione, conclusasi il 24 maggio 2015. Il workshop, che in questi anni ha cercato di dare nuova vita a tre “luoghi indecisi” della città di Lecce, in quest'ultima edizione ha ospitato il 79° meeting di Trans Europe Halles dedicato agli SPAZI DI INDECISIONE, luoghi in cui l'assenza di una totale programmazione lascia spazio all'invenzione e alla spontaneità, così come è successo per i tre luoghi del workshop: il primo, il parcheggio delle Manifatture Knos, coordinato dai Coloco e Labuat, dal novembre 2013, da grande distesa d'asfalto,ha iniziato a trasformarsi in q...

Leggi ancora


17.GIU.2015      Autore: Redazione
CONDIVIDI
I GRANI ANTICHI DI POGGIO SANTA BENEDETTA
Esiste un poggio in Maremma, nelle dolci colline verdi tra Ribolla e Tatti, chiamato Santa Benedetta, il cui toponimo sembrerebbe derivi dall’omonimo monastero medievale, di cui si possono ancora vedere i resti. Un ridanciano e genuino nucleo familiare realizza un antico rituale, in cui il sapere agreste si mette al servizio della natura rispettosamente addomesticata. Sardo lui, autoctona lei, Virgilio e Silvia coltivano (in senso letterale) un sogno: contribuiscono, con il loro lavoro, ad arricchire e tutelare la biodiversità maremmana, garantendo la produzione di prodotti naturali e sani, buoni come la natura ci offre, trasformati con metodi tradizionali e artigianali, per far riscoprire ed assaporare i veri piaceri della vita. Uniscono al sapere contadino le metodologie ...

Leggi ancora


20.MAG.2015      Autore: Redazione
CONDIVIDI
Parco Dora a Torino
Quando la Contemporaneità strizza l'occhio alla Memoria
Torino negli ultimi anni si è rifatta il look. La ricostruzione dell’immagine e dell’identità cittadina parte dal confronto con il proprio patrimonio storico e naturalistico. La metamorfosi della città verso una dimensione più vivibile per i suoi abitanti ed ecologicamente più sostenibile, sfrutta molti degli spazi lasciati in forte degrado dalla dismissione delle grandi industrie a partire dagli anni Ottanta. L’ultimo nato da questa visione di ampio respiro, nel rispetto del genius loci torinese, è il Parco Dora, grande polmone verde di circa 40 ettari situato a Nord della città, in una zona interessata da nuovi insediamenti e attività legate al terziario. L’ambizioso progetto, ideato da un gruppo italo-ted...

Leggi ancora


27.APR.2015      Autore: Redazione
CONDIVIDI
PLANBEE
CROWDFUNDING PER IL PAESAGGIO
PlanBee è la prima piattaforma italiana di crowdfunding civico dedicata allo sviluppo di progetti sostenibili: parchi, piste ciclabili e orti urbani. In un momento storico in cui le pubbliche amministrazioni hanno sempre meno fondi da destinare allo sviluppo di progetti sostenibili, in un numero sempre maggiore di città, si riscontra un progressivo abbandono e degrado degli spazi comuni. Diretta conseguenza sono le ripercussioni negative sulla qualità della vita dei cittadini.
PlanBee vuole essere uno strumento attraverso cui la società civile possa giocare un ruolo attivo nell’arrestare questa deriva agendo concretamente per il miglioramento delle città e dell’ambiente. Attraverso la piattaforma tutti avranno la possibilità di sc...

Leggi ancora


20.APR.2015      Autore: Redazione
CONDIVIDI
CALL FOR PRACTICES
"Dall’alto, Dal basso o Di lato"?
Bilanci e prospettive per gli interventi urbani per lo spazio pubblico in aree di margine
Con l’occasione della III edizione della Biennale dello Spazio Pubblico che si terrà a Roma a maggio 2015, questa call si propone di raccogliere esperienze concrete di pianificazione e interventi sullo spazio pubblico in aree “di margine”, in senso geografico e sociale. Scopo di questa call for practices è di costituire la base conoscitiva su cui articolare una serie di eventi durante il “Maggio dello spazio pubblico”, come seminari, mostre e dibattiti, per mettere in connessione diretta la ricerca e il lavoro degli studenti della Sapienza coinvolti con le esperienze dei professionisti, degli operatori e dei cittadini.
Le pratiche proposte verranno selezionate per essere esposte in una mostra durante la quale verranno presentate...

Leggi ancora


17.APR.2015      Autore: Redazione
CONDIVIDI
RITA OCCHIUTO
Open Session On Landscape
Il titolo dell’intervento della prof.ssa Rita Occhiuto a Open Session, lo scorso 24 marzo: “Paesaggi incisi: recupero, riuso, rigenerazione” da una prima forte indicazione della volontà di proiettarsi in avanti rispetto alle passate ricerche sul tema dei paesaggi abbandonati e derelitti. Infatti alla traduzione letterale del termine inglese injured, “feriti”, preferisce il termine più sofisticato e attento di “incisi”, che apre le porte a nuove riflessioni che si staccano dalle ormai polverose visioni sui temi del recupero che, al di là dei tanti saggi prodotti, avevano lasciato il problema pressoché irrisolto.
Altra considerazione fondamentale è che Rita Occhiuto non ha illustrato una verità asserita,...

Leggi ancora


01.APR.2015      Autore: Redazione
CONDIVIDI
Case temporanee
Strategie innovative per l'emergenza abitativa post-terremoto
Le ferite che i terremoti lasciano nelle persone sono ferite che difficilmente si rimarginano con il tempo. Le paure, le insicurezze e le difficoltà nel ripartire con la vita di tutti i giorni spesso sono armi letali che spezzano da un giorno all’altro i sogni di migliaia di persone, lavoratori, professionisti, studenti.
E allora basta ripensare a chi ha vissuto sulla propria pelle il terribile terremoto del Friuli del 1978, l’Irpinia, l’Umbria del ’97 e i più recenti eventi de L’Aquila e dell’Emilia e a chi, dal minuto subito dopo la scossa, si è messo in moto per soccorrere e dare un punto di riferimento a coloro che in un batter d’occhio han lasciato sulle macerie i progetti di una vita, per capire come rispetto ad un e...

Leggi ancora


21.MAR.2015      Autore: Redazione
CONDIVIDI
Underline
La linea sotterranea di piste ciclo-pedonali nella Londra contemporanea
Immaginiamoci un bel weekend londinese, e immaginiamoci ora con la nostra bella bicicletta scorrazzare nel sottosuolo, lontano dal caos e dai bus rossi caratteristici di Londra. Scordiamoci di dover fare acrobazie e slalom impossibili tra le auto, rischiare di tornare a casa con l’odore di smog e soprattutto con i vestiti bagnati da quella pioggia noiosa che accompagna Londra per quasi tutto l’anno. Nei tunnel abbandonati della capitale inglese non ci s’imbatterà più in figure del calibro di Jack lo Squartatore, o in qualsiasi personaggio di qualche leggenda metropolitana, bensì in qualche manager, operaio, studente, che per raggiungere il luogo di lavoro o di studio utilizzerà la propria bicicletta. Dopo l’approvazione da parte del si...

Leggi ancora


18.FEB.2015      Autore: Redazione
CONDIVIDI
Autostrada e Paesaggio
Dal Brennero nuove idee per infrastrutture osmotiche
La diffusione della città negli ultimi decenni ha portato alla nascita di territori policentrici, in cui le grandi distanze tra abitazioni e lavoro, tra luoghi della quotidianità e dello svago, ha portato ad una sempre maggiore dipendenza dall’automobile. Le infrastrutture in quanto supporto connettivo giocano un ruolo fondamentale e si sono quindi moltiplicate; laddove questa presenza, però, non sia seguita da validi progetti e strategie per i luoghi attraversati, la logica del mero collegamento non fa altro che produrre inquinamento ambientale e fratture ecologiche, paesaggistiche, territoriali. Questo, però, non è l’unico destino delle grandi infrastrutture. È possibile ripensare al ruolo delle autostrade in funzione di supporto allo...

Leggi ancora


14.FEB.2015      Autore: Redazione
CONDIVIDI
ReSet North
NDSM-wharf Amsteram Noord
Workshop presso la Delft University of Technology
Dal 12 al 16 Gennaio si è svolto presso la TU di Delft il workshop ReSet North. NDSM-wharf in Amsterdam Noord che ha coinvolto gli studenti del secondo anno di Laurea Magistrale in Interior Design della Scuola del design del Politecnico di Milano. Il workshop, coordinato da Giovanna Piccinno e Francesca Murialdo (coadiuvate dalle assistenti dello Spatial Design Int_Teamwork) insieme a Mark Pimlott (TU Delft), Frank O'Sullivan (University of Arts, Brighton) e Leontine de Wit (TU Delft), aveva l’obiettivo di individuare logiche progettuali di interno urbano che potessero suggerire nuovi scenari per l’area industriale dismessa NDSM-wharf, adibita a cantiere navale fino agli anni '80. In seguito alla dismissione dell'attività, l'area ha gradualmente subito un ...

Leggi ancora


02.FEB.2015      Autore: Redazione
CONDIVIDI
NET IS MORE
Idee in vacanza
Idee in vacanza è un workshop estivo che promuove processi di sviluppo locale nelle aree interne coniugando approfondimento teorico, ricerca e sperimentazione attraverso due elementi chiave: l’accoglienza e lo scambio.
Il workshop è basato sulla formula dei “saperi in cambio di ospitalità” attraverso la quale un gruppo di studenti, ricercatori e docenti provenienti da luoghi e discipline diverse viene ospitato gratuitamente dalla comunità locale offrendo in cambio idee, progetti e scenari di sviluppo. Più che una scuola estiva, dunque, si tratta di un laboratorio pensato per essere sia strumento che obiettivo del processo di sviluppo: il primo contributo che il workshop si propone di dare è l’approfondimento di temat...

Leggi ancora


05.DIC.2014      Autore: Redazione
CONDIVIDI
Il giardino della Biodiversità
Le nuove serre dell'Orto Botanico di Padova
Il più antico Orto Botanico universitario del mondo, oggi, dopo più di 450 anni di vita, ha cambiato volto, grazie al progetto di nuova espansione che permette un perfetto dialogo tra presente e passato. Conosciuto in tutto il mondo come patrimonio dell’Unesco dal 1997, fondato a Padova nel 1545 su delibera del Senato della Repubblica Veneta, e istituito per la coltivazione di piante medicinali e che per questa ragione venne denominato “horti simplicium”. Quando fu fondato conteneva al suo interno moltissime varietà vegetali anche molto rare e provenienti da tutti i paesi dove la Repubblica di Venezia aveva possedimenti o scambi commerciali. La forma originaria del terreno a disposizione era trapezoidale, apparteneva inizialmente al vicino monastero...

Leggi ancora


17.OTT.2014      Autore: Redazione
CONDIVIDI
AREE URBANE IN VIA DI RIGENERAZIONE
PRIMI PASSI A ROMA SOTTO IL VIADOTTO DEI PRESIDENTI
COMUNICATO STAMPA: 9 OTTOBRE 2014
Sabato 11 e domenica 12 ottobre si presentano alla città e ai residenti del Municipio III di Roma le prime azioni di riqualificazione e uso temporaneo dell’area sottostante il Viadotto dei Presidenti, da anni in stato di abbandono. “Sotto il Viadotto” nasce dall’iniziativa di G124, il gruppo di lavoro del senatore Renzo Piano sulle periferie e la città che sarà, che a Roma è coordinato dall’architetto Massimo Alvisi e vede la partecipazione dei giovani progettisti Eloisa Susanna e Francesco Lorenzi.

In anticipo rispetto alla presentazione dei suoi primi risultati alla Camera dei Deputati, al Senato e alla stampa, prevista alla fine del prossimo novembre, il programma G124 - il gruppo di lavoro del senatore Renzo Piano sul...

Leggi ancora


10.OTT.2014      Autore: Redazione
CONDIVIDI
Gli Osservatori del Paesaggio: stato dell'arte.
Seminario internazionale Landscape Observatories in Europe
Si è tenuto a Torino, presso la suggestiva cornice del Castello del Valentino, che ospita la sede del Politecnico, il Seminario Internazionale “Landscape Observatories in Europe”. I rappresentanti dei network UNISCAPE, CIVILSCAPE e RECEP ENELC (reti rispettivamente di università, ONG e autorità locali e sovralocali, per l’implementazione della Convenzione Europea del Paesaggio), ricercatori e rappresentanti istituzionali hanno fatto il punto sulla situazione degli Osservatori del Paesaggio (OdP), strumenti chiave per l’applicazione della Convenzione Europea del Paesaggio. Lo scopo di questi enti è creare e stimolare il dibattito e lo scambio d’idee sulla tematica paesaggistica, organizzare la raccolta di esperienze e di conoscenza, ...

Leggi ancora


02.OTT.2014      Autore: Redazione
CONDIVIDI
ENTUSIASMO E INTERAZIONE
Il nuovo progetto del Museo Egizio di Torino
Intervista a Christian Greco
_Prima di tutto complimenti, lei è il nuovo direttore del Museo Egizio di Torino! Si deve abituare al fatto una delle notizie che si leggono maggiormente riguardo all’affidamento dell’incarico, è che lei sia giovane, perché in Italia non siamo abituati ad avere un così giovane curatore di Museo. Come vive questo atteggiamento tutto italiano? 
Sono molto onorato dell’incarico e della responsabilità che mi è stata affidata e, pensando alla situazione italiana, sono persuaso che si debbano valutare le persone più sul merito che sull’età. Il nostro Paese ha dato poco spazio ai giovani e spero che questo posssa cambiare. La sinergia tra la grande esperienza di chi è sul campo da anni e l’entu...

Leggi ancora


01..2014      Autore: Stella Verin
CONDIVIDI
Rebirth of the Bath House
The results by Homemade Dessert
Il concorso “Rebirth of the Bath House” organizzato da Homemade Dessert in collaborazione con la citta di Liepaja, di cui vi avevamo parlato qui https://hmmd.org/gb/competition-winners/rebirth-of-the-bath-house , é giunto al termine, con la partecipazione di più di settanta progetti e la proclamazione di tre vincitori e sei menzioni d’onore. In qualità di Media Partner del concorso vi proponiamo i progetti vincitori. Il primo premio è andato a Fabrizio Devoto, Leandro Villalba, Nicolas Rudolph ai quali la giura ha riconosciuto grande abilità nel coniugare i nuovi volumi con il patrimonio architettonico esistente e per il rispetto manifestato nei confronti del paesaggio circostante. Il secondo premio, va al progetto Kaleidoscopes ...

Leggi ancora


29..2014      Autore: Redazione
CONDIVIDI
La Biennale di Venezia se ne va da Venezia
Ad un mese (e mezzo) di distanza dall’apertura della XIV Mostra Internazionale di Architettura, i pareri sulla Biennale di Koolhaas sono molti e in contrasto fra di loro.
È vero che le aspettative erano grandi e che forse non tutte sono state rispettate, ma è anche vero che, per la prima volta, tutti i padiglioni sono stati invitati dal curatore a presentare una propria visione su un tema comune Absorbing Modernity: 1914-2014.
Il blocco di cemento prefabbricato, protagonista del padiglione cileno Al fianco di una moltitudine di esposizioni nazionali poverissime di significato e al limite dell’anonimato, alcuni padiglioni internazionali sono emersi dall’indifferenza generale cercando un loro senso unitario e un filo conduttore comune.
Ad ese...

Leggi ancora


26..2014      Autore: Redazione
CONDIVIDI
Un progetto di volontariato ambientale in Africa
Quando si dice che dalle piccole cose possono nascere grandi progetti è proprio vero. Soprattutto quando le idee prendono forma in paesi dalle grandissime potenzialità come quelli africani. Lo studio di riqualificazione urbana sTreet Italia ha seguito un progetto in Africa da molto vicino, e ce ne racconta i dettagli. Siamo stati un mese in Kenya per collaborare a un progetto di riforestazione iniziato dall’associazione americana Make a Mark e chiamato Trees4children. Ospiti del villaggio-orfanotrofio Nyumbani (“casa” in kiswahili), a 60 km da Kitui, una vivace città nel centro del paese. L’idea americana nasce dalla necessità del villaggio di avere un finanziamento a lungo termine che portasse supporto a migliaia di ab...

Leggi ancora


24.GIU.2014      Autore: Redazione
CONDIVIDI
Korail, Bangladesh
Giardini-Biblioteca per lo slum più affollato e vulnerabile del mondo
Situato su un enorme delta fluviale tra la catena dell’ Himalaya ed il Golfo del Bengala, il Bangladesh è un paese in cui acqua e terra lottano ciclicamente per guadagnare qualche metro, provocando ogni anno danni innumerevoli a persone e territori.
Ben la metà del territorio bengalese è 5 metri s.l.m. ed il cambiamento climatico sta progressivamente aggravando la situazione, spingendo la popolazione ad abbandonare le campagne alluvionate e concentrarsi in città. Korail, con i suoi 120.000 abitanti, è lo slum più grande della capitale Dhaka, una megalopoli in velocissima crescita, che si stima diventerà la seconda città più popolosa del mondo nel 2015. In queste condizioni precarie e insalubri, la vita dei nuovi c...

Leggi ancora


22.GIU.2014      Autore: Redazione
CONDIVIDI
LEDNICE
La sfida paesaggistica di UNISCAPE
I membri di UNISCAPE, rete europea di 42 università provenienti da Italia, Spagna, Francia, Paesi Bassi, Slovenia, Slovacchia e Belgio associatesi per l’attuazione della Convenzione europea del Paesaggio nel gennaio 2008, si sono ritrovati, alla fine di Maggio, a Lednice (Slovacchia) per la loro 7° Assemblea europea. Si è trattato di un incontro di alto profilo tra i più autorevoli accademici nel campo delle Scienze del Paesaggio e della Pianficazione del Territorio, organizzato su due livelli. Il primo, di carattere eminentemente scientifico, ha approfondito i temi più importanti dell’azione di conservazione/tutela del Paesaggio, attraverso l’illustrazione di ricerche condotte in varie regioni europee, quali la Catalogna ( prof. Pere S...

Leggi ancora


18.GIU.2014      Autore: Enrico Falqui
CONDIVIDI
Battir, Palestina
Un Piano del Paesaggio per la difesa del territorio e dei diritti umani
Sulle colline di Betlemme, ad una manciata di chilometri dalla Città Santa, sorge un villaggio di 6.000 anime che da millenni custodisce un grande patrimonio storico-culturale e paesaggistico: Battir. Si tratta di un paesaggio storico caratterizzato da 554 km di muri a secco antichi migliaia di anni, che proteggono terrazzamenti coltivati ad orti e giardini, utilizzando ancora l’antico sistema di irrigazione romano. Un luogo di enorme valore simbolico e sociale, capolavoro di tecniche costruttive ed ingegneria idraulica, che a causa della sua posizione geopolitica è fortemente minacciato.

Battir è situato infatti al confine tra Cisgiordania ed Israele: terre che dal 1949 sono state virtualmente attraversate da una “Green Line” che perimet...

Leggi ancora


15.GIU.2014      Autore: Redazione
CONDIVIDI
LARGO MILANO COSTRUITO!
come coinvolgere i cittadini nella progettazione e nella realizzazione
di uno spazio aperto
Il workshop Costruire Largo Milano, condotto da Orizzontale col supporto del team Hubout, rappresenta l’ultimo tassello di un progetto, ZAC–Zone Artistiche Condivise, che ha coinvolto la città di Cinisello Balsamo (MI) per più di un anno.
La partecipazione attiva dei cittadini è stato un elemento saliente di tutto il progetto: si è partiti da una piattaforma (www.zoneartistichecondivise.it) in cui i cittadini hanno potuto inserire idee e proposte creative per la propria città per poi passare a una fase di progettazione che ha visto coinvolti artisti e gruppi di cittadini fino ad arrivare alla definizione di tre progetti e alla scelta di quello da realizzare attraverso un momento di votazione aperto a tutti coloro che vivono e/o lavorano a...

Leggi ancora


04.GIU.2014      Autore: Redazione
CONDIVIDI
BEYOND THE IDEAL CITY
Concorso nazionale per cortometraggi
In attesa del convegno internazionale “Past Present and Future of Public Space” International Conference on Art, Architecture and Urban Design che si terrà a Bologna dal 25 al 27 giugno 2014, l’associazione City Space Architecture, organizzatrice dell’evento, in collaborazione con la Cineteca di Bologna e con Ottagono.com, indice un bando di concorso nazionale per cortometraggi dal titolo “Beyond the ideal city – Oltre la città ideale”.
Oggetto dell’indagine è la città contemporanea, le connessioni, le intersezioni e le attività urbane che in essa si svolgono, viste attraverso complessi intrecci di socialità, di contesti e di geografie umane, oltre la città ideale, oltre gli stereotipi...

Leggi ancora


19.MAG.2014      Autore: Redazione
CONDIVIDI
DAL TERZO LUOGO AL TERZO PAESAGGIO
Workshop con Gilles Clèment
Lecce
E' il nome del  quarto appuntamento di un workshop di progettazione del paesaggio iniziato nell'autunno del 2012 e proseguito, con appuntamenti semestrali, fino alla primavera del 2014, durante il quale i partecipanti si sono interrogati sull'idea del Terzo Paesaggio, ritenuto un luogo dell'indecisione non pianificato dall'uomo, e sulla possibilità di sperimentarla su tre spazi indecisi  della città di Lecce. Il workshop, guidato da Gilles Clèment, paesaggista, scrittore ed entomologo francese, e i Coloco, un collettivo di paesaggisti francesi, si è tenuto presso le Manifatture Knos, un centro culturale indipendente, nato nel 2006 dalla riqualificazione di una vecchia scuola di formazione per operai metalmeccanici, abbandonata da anni. Ed è p...

Leggi ancora


11.MAG.2014      Autore: Redazione
CONDIVIDI
METAMORPHOSI URBANA
Mircea Eliade ha notato che la “intimità” necessaria per l’evoluzione di una città passava per il Tempio. Tutto nasceva attorno al Tempio, il fuori una continuità del Tempio, le mura una protezione del Tempio in continuità del Tempio stesso. E’ cosi che nacquero le mura della città, ed è così che gli uomini non funzionali ad essa vennero rigettati al dì là delle mura stesse. Tutto ciò che veniva rigettato al dì là delle mura era nient’altro che l’uomo non conforme alla teocrazia a alle istituzioni della città. Nacque l’uomo punito. La punizione sarebbe stata il non-contatto con i suoi simili, l’impossibilità di relazionarsi con essi. Nello sc...

Leggi ancora


26.APR.2014      Autore: Redazione
CONDIVIDI
DISEGNA LA PROSSIMA COPERTINA!
scarica il bando
per partecipare al concorso
Cari amici, noi tutti della redazione abbiamo il piacere di annunciarvi che da oggi si apre il concorso per disegnare la copertina del numero 20 di NIP magazine, in uscita a Maggio/Giugno. La copertina per noi rappresenta molto di più di una presentazione, un biglietto da visita: è una vera e propria rubrica, una sezione dedicata al mondo dell'arte e della grafica. Durante i precedenti mesi hanno collaborato con noi (dal più recente al più lontano nel tempo) Alberto Giammaruco, Emanuele Capozza, Upperstudio, Adolfo Morales e Giuseppe di Carlo, e siamo stati sempre molto orgogliosi dei risultati.


Adesso abbiamo deciso di allargare ancora la nostra rete e per la prima volta la copertina sarà nelle vostre mani, oggetto e premio del concorso...

Leggi ancora


22.APR.2014      Autore: Redazione
CONDIVIDI
COSTRUIRE LARGO MILANO
Laboratorio di costruzione collettiva
nell ´ ambito di ZAC-Zone Artistiche Condivise
Dal 5 al 14 Maggio 2014 / Cinisello Balsamo, Milano.
HubOut, nell’ambito del progetto ZAC – Zone Artistiche Condivise, presenta “COSTRUIRE LARGO MILANO” un workshop di autocostruzione tenuto da Orizzontale. Il progetto ZAC nasce nella primavera del 2013 con l’intento di coinvolgere la città di Cinisello Balsamo in un processo creativo partecipato tra collettività e artisti in residenza per sperimentare strumenti innovativi di comunicazione e condivisione e attivare nuove dinamiche di socialità, sensibilizzando la comunità sulla gestione del proprio territorio. A seguito di una fase di raccolta di idee e proposte dei cittadini e di un periodo di progettazione partecipata si arriva, a ottobre 2013, a tre progetti di artisti, des...

Leggi ancora


15.APR.2014      Autore: Redazione
CONDIVIDI
Prendersi cura del giardino
attivitá pratica e contemplativa
Lo storico dei giardini e del paesaggio Hervè Brunon, in occasione delle “Giornate internazionali di Studio sul Paesaggio” promosse dalla Fondazione Benetton a Treviso lo scorso febbraio, delinea le tappe dello sviluppo, nella cultura occidentale, di una visione dell’attività di cura del giardino che supera il dualismo tra attività pratica e contemplativa. La coltivazione permette infatti di provare sia un’esperienza esteriore, legata alla vita attiva, imprescindibile per la condizione umana e che sempre lascia un segno, sia un’esperienza interiore, che risponde all’ideale della saggezza. La pratica del giardinaggio implica un impegno ininterrotto che insegna&nb...

Leggi ancora


14.APR.2014      Autore: Redazione
CONDIVIDI
PAESAGGISTI... PER CASO
Diventare paesaggista in Svezia non è molto diverso dal diventarlo in Italia. Le differenze, e notevoli, si trovano invece nell’operare come tale in quel mercato del lavoro. In Svezia, per diventare paesaggisti ci si deve iscrivere ad un corso quinquennale, suddiviso nella triennale in lingua svedese e, successivamente, la biennale in inglese presso la Sveriges lantbruksuniversitet - Swedish University of Agricultural Sciences. La facoltà di Scienze Agrarie è unica per tutto il paese, ma ha sedi in tutto il Paese.
I corsi di laurea all’interno della facoltà sono vari: si va da cinque diversi CdL per diventare Agronomo ad Etologia dei Cavalli a Scienze Forestali, dalla classica Agronomia sino ad Orticoltura. Alcune lauree possono suonare strane ...

Leggi ancora


02.APR.2014      Autore: Redazione
CONDIVIDI
L'Archivio dei Saperi Artigianali del Mediterraneo
Un contenitore di Patrimonio Culturale Immateriale
Gli Stati che si affacciano nel bacino del Mediterraneo come l’Italia, il Marocco e l’Egitto, sono caratterizzati da una matrice culturale comune, particolarmente evidente se si osservano gli oggetti dell'artigianato tradizionale, nonostante nel corso dei millenni i differenti processi storici abbiano portato ogni Paese a sviluppare una propria espressione ed identità culturale.
In tale ambito di ricerca la Regione Sardegna ha partecipato, come regione capofila, ad un importante progetto di cooperazione tra Italia e Marocco denominato ARTIMED Sviluppo dei Saperi artigianali tradizionali e integrazione dei sistemi produttivi in Marocco e in Italia e che va ad inserirsi all’interno di un vasto Programma di Sostegno alla Cooperazione Regionale – Paesi del M...

Leggi ancora


24.MAR.2014      Autore: Redazione
CONDIVIDI
La Spezia Arsenale 2062
CONCORSO DI IDEE INTERNAZIONALE APERTO A TUTTI
Immaginare una città tra 50 anni
Questa la visione e il sogno che hanno animato il nascere di questo concorso internazionale di idee nel 2012: immaginare una città nuova in un arco di tempo ancora compreso in un futuro spendibile, che si possa e si voglia arrivare a vedere, vivere. “La Spezia, anno 2062. Il giovane neo-governatore provinciale Liu Jin Dong, a seguito della dismissione definitiva dell’arsenale marittimo cittadino, finalmente ceduto alla cittadinanza dal Ministero dell’Attacco Italiano, richiede l’aiuto e la fantasia di creativi provenienti da tutto il mondo per riprogettare e rinnovare questa vasta area in disuso. Oramai gli stabili e i piazzali abbandonati sono infestati da piante e cespugli molto alti, mentre i relitti delle vecchie navi da guerra alla fonda arrugginiscono....

Leggi ancora


13.MAR.2014      Autore: Ludovica Marinaro
CONDIVIDI
DETROIT CITTÀ LIMINALE
impressioni sulla shrinking city
Detroit è una possibile meta del turismo alternativo. È una città carica di simbolismo; il fordismo e la bancarotta: due punti di inizio e fine di un percorso storico, che rimandano a tutto un percorso sociale. Un turismo romantico, che guarda all’utopia fracassata della specializzazione industriale nell’impianto urbanistico.
Come è risaputo, Detroit è oggi un mucchio di frammenti cui unica logica risiede nel passato. Al momento è uno spazio per fantasticare. Oltre a pochi ricchi bizzarri o furbi, che comprano rovine di qualche fabbrica a prezzi stracciati inventandone una nuova destinazione, ci sono diverse pagine web nelle quali ogni giorno si parla di ipotesi di progetto, come Detroitcurbed.com.

Comunque un turista ...

Leggi ancora


23.FEB.2014      Autore: Redazione
CONDIVIDI
TARANTA POWER STATION
I progetti vincitori del concorso
by archiSTART
L’Associazione culturale archiSTART, con il Patrocinio del Comune di Melpignano (LE), comunica i risultati del concorso internazionale di idee “Taranta Power Station” rivolto a studenti e neolaureati, con tema la progettazione di un edificio multifunzionale adatto ad accogliere spazi di servizio per l’evento della Notte della Taranta e spazi didattici e museali per la destagionalizzazione della rassegna.
ArchiSTART è un'Associazione no profit che nasce dall’idea di tre giovani neolaureati e incoraggia la sperimentazione, la crescita e la visibilità dei giovani progettisti che si esprimono attraverso concorsi di idee. A ciò si aggiunge la creazione di una piattaforma a servizio della Pubblica Amministrazione per l’individuazione ...

Leggi ancora


21.FEB.2014      Autore: Redazione
CONDIVIDI
RIDESTARE
Un percorso di interazione urbana tra le risorse di quartiere
Slow cities//Ultra moderne
L’iniziativa Ridestare è un laboratorio di analisi ed interazione urbana all’interno dell’area di Coverciano. Il laboratorio si inserisce come fase preliminare del progetto di residenza artistica Slow Cities, guidato da Silvio Palladino e promosso dall’associazione Il Vivaio del Malcantone. L’obiettivo del laboratorio è quello di osservare le dinamiche spaziali e sociali di una realtà urbana periferica, di scovarne le potenzialità, di farne emergere i disordinati e invisibili rapporti relazionali, attraverso la partecipazione della cittadinanza. Partendo da una lettura atipica della conformazione spaziale e passando al gioco della scoperta e del coinvolgimento, si propone di offrire ai partecipanti un’esperienza attiva sul cam...

Leggi ancora


12.DIC.2013      Autore: Redazione
CONDIVIDI
EDOARDO DETTI: Architetto e Urbanista
Firenze,una mostra nella Chiesa-museo di Orsanmichele in occasione del centenario della sua nascita (1913- 2013)
Da molto tempo. Firenze era in debito verso questo personaggio colto e autorevole, autentico protagonista della vita culturale e politica fiorentina nel dopoguerra fino alla sua morte, avvenuta nel 1984.
La mostra che, da alcuni giorni, si è inaugurata nella prestigiosa sede di Orsanmichele, attraverso una curatela rigorosa e creativa da parte di Paola Ricco e di due giovani architette, Francesca Mugnai e Caterina Lisini, ci fa conoscere, con dovizia di dettagli importanti e precisi, la figura complessa di Edoardo Detti, architetto, urbanista, politico. Le immagini fotografiche di Edoardo Detti, (visibili nel primo pannello della mostra) che discute con i cittadini di Firenze, sconvolti dalle distruzioni apportate a Firenze dalla violenza delle armate nazi-fasciste, lo carat...

Leggi ancora


25.OTT.2013      Autore: Enrico Falqui
CONDIVIDI
SACRO GRA
un film di Gianfranco Rosi
Fin dall’inizio del film, che ha vinto il Leon d’oro alla Biennale del Cinema di quest’anno,lo spettatore si chiede in che modo sia nata l’idea di questo lungometraggio. La risposta a questo quesito ce la fornisce, solo alla fine del film, la dedica che il regista Gianfranco Rosi rivolge a Renato Nicolini, intellettuale romano scomparso l’anno scorso e autore di un saggio” Una macchina celibe”, nel quale l’inventore della “cultura dell’effimero” negli anni 70 aRoma, definisce il Grande Raccordo Anulare “un’opera eccentrica alla città (Roma), totalmente fine a sé stessa ,che maschera e nasconde le contraddizioni della città contemporanea.”
Da questa idea, un paesaggista italiano, Ni...

Leggi ancora


22.OTT.2013      Autore: Enrico Falqui
CONDIVIDI
Obiettivo Sant'Orsola
Riqualificazione urbanistica partecipata
Sabato 19 Ottobre, Auditorium Sant'Apollonia
Firenze, San Lorenzo, le associazioni: “bene l’impegno nella riqualificazione di Piazza del Mercato Centrale, ora il Comune metta in agenda la questione Sant’Orsola”. Questo il giudizio espresso dalle associazioni promotrici della petizione popolare “per bellezza e legalità al Mercato Centrale e a San Lorenzo”, a seguito del proseguimento dei lavori di riqualificazione di Piazza del Mercato Centrale. Firenze, 26 settembre 2013 – le associazioni promotrici della petizione popolare per “bellezza e legalità al Mercato Centrale e a San Lorenzo” giudicano positivamente il progressivo avanzamento dei lavori di riqualificazione della Piazza del Mercato Centrale, ma chiedono al Sindaco di cogliere adesso! - prima della fine del...

Leggi ancora


16.OTT.2013      Autore: Redazione
CONDIVIDI
Quattro interpreti per un paesaggio
in mostra al Museo Civico Archeologico di Fiesole
Il paesaggio. La pittura paesaggista. Da Giotto a Michelangelo, passando per il Canaletto, fino ai maestri romantici d'oltralpe per finire poi con i macchiaioli, che fatta propria la lezione degli impressionisti, la riadattarono alle proprie peculiarità. Una veduta o uno scenario come luogo dell'anima quindi, come proiezione delle pulsioni interiori e fonte di ispirazione delle istanze creative.  Ed è proprio sulla scia di questo lungo filo rosso che da sempre lega artista e paesaggio, sembra arrivare "Fiesole - Quattro interpreti per un paesaggio", mostra che dal 5 Ottobre inaugura il ciclo espositivo del Museo Civico Archeologico di Fiesole. Un omaggio alla città ed al grande maestro Sergio Scatizzi, scomparso nel 2009 e del quale saranno presenti cinque opere...

Leggi ancora


15.OTT.2013      Autore: Redazione
CONDIVIDI
MAN_museo d'arte provincia di nuoro
Laura Pugno - Altri sensi
“Altri sensi” è il titolo della mostra personale di Laura Pugno al Museo di Arte della Provincia di Nuoro_MAN, in programma dal 13 settembre. La ricerca di Laura Pugno (Trivero, 1975) ha come principale terreno di indagine il paesaggio, inteso non come elemento naturale, come immagine fissa di una porzione più o meno estesa di realtà, ma come costruzione sociale, come sovrastruttura ideologica e culturale. La mostra, insieme a un’ampia selezione di lavori realizzati nel corso degli ultimi cinque anni, presenta una nuova serie di opere realizzate in Sardegna e dedicate alla regione interna del Supramonte. Una scelta che, nel rimarcare l’inattendibilità di ogni idea prestabilita di paesaggio - ed in particolare, nello specifico della Sardeg...

Leggi ancora


07.OTT.2013      Autore: Redazione
CONDIVIDI
R.E.D.S_Rome Ecological Design Symposium
Il 26 e 27 settembre 2013 si è svolto a Roma alla Facoltà di Architettura Valle Giulia REDS Rome Ecological Design Symposium Università, professionisti, pubblica amministrazione e aziende al lavoro per la costruzione di un futuro sostenibile.
Uno straordinario laboratorio internazionale in tema di progettazione, innovazione, design, gestione del territorio, paesaggio, ecologia e nuove istanze sociali ed economiche. In pochissimi anni la crisi globale e i drammatici effetti ambientali generati dall’uso erosivo delle risorse hanno fatto maturare un senso diverso dei valori sociali ed economici che cambia gli obiettivi del mutamento. A fronte della nuova domanda di competenze e di professionalità nel campo delle discipline del progetto è ev...

Leggi ancora


05.OTT.2013      Autore: Redazione
CONDIVIDI
A Caserta... tra ragione e sentimento
News dalla Preview della Biennale del Giardino Storico
Il 20 e il 21 settembre scorso, la Reggia di Caserta ha ospitato la Preview della Biennale Internazionale del Giardino Storico. Funzionari del Ministero, docenti universitari ed esperti professionisti del settore hanno animato l’interessante convegno tenutosi all’interno dell’elegante Palazzina Inglese. Il titolo dato all’iniziativa, “Tra ragione e sentimento: i giardini all’inglese in Italia”, ben sintetizza il filo conduttore della due giorni e alcune delle riflessioni emerse durante gli interventi dei relatori e le visite guidate. Tra ragione e sentimento è possibile definire a pieno quel processo che tra XVIII e XIX secolo ha portato alla diffusione del gusto romantico per il Landscape Garden. Ogni regione italiana ebbe un suo ruolo sp...

Leggi ancora


03.OTT.2013      Autore: Redazione
CONDIVIDI
St. Patrick's square ad Auckland
riconnettere città e natura
La particolare cura che la Nuova Zelanda riserva alla qualità e alla salvaguardia dei suoi straordinari paesaggi naturali non sempre ha trovato rispondenza nella pianificazione del verde urbano, inteso come spazio d’uso collettivo, ibrido e accessibile. Auckland è una città molto verde, ricca di giardini e parchi pubblici, eppure anche qui solo da poco si sta cercando di rimediare alla scarsa attenzione riservata ai ritagli lasciati liberi da un edificato in crescita tumultuosa, come in altre metropoli orientali, soprattutto in alcune parti del CBD (Central Business District), cuore pulsante del business. In questi ultimi anni l’amministrazione pubblica sta rivolgendo una maggiore attenzione alla qualità della progettazione, nell’intento di va...

Leggi ancora


27..2013      Autore: Redazione
CONDIVIDI
Il Women's Suffrage Garden di Auckland
In Nuova Zelanda un giardino per ricordare il diritto di voto alle donne... 120 anni fa!
Il binomio donna-giardino si può considerare ormai giustamente un classico. Quotidianamente declinato in tanti modi diversi che sottolineano il legame, sottile e antichissimo fil rouge, tra l’essenza femminile e le piante, i fiori, la forza creativa e rigeneratrice della natura. Per questo ci pare davvero un bellissimo omaggio, idealmente dedicato a tutte le donne, il giardino di fiori bianchi che dal 1993 celebra i 100 anni del suffragio femminile in Nuova Zelanda, all’interno dei Botanic Gardens di Auckland. Un nome in particolare è legato a questa conquista, quello di Kate Sheppard, che ne è stata la principale, caparbia artefice. Kate Sheppard (Katherine Wilson Sheppard, 1847– 1934) vissuta tra l’Inghilterra e la Nuova Zelanda nel passaggio ...

Leggi ancora


19..2013      Autore: Redazione
CONDIVIDI
IL FIUME E LA CITTÀ
Verso la pianificazione ecologica delle aree periurbane
Intervento di Claudia Capponi
Claudia Capponi, agronomo forestale, nel partecipare alla terza edizione del convegno Vestire il Paesaggio (Pistoia, 26 giugno 2013), ha illustrato un’interessante riflessione progettuale sul territorio che si estende lungo la periferia ovest della città di Pistoia fino al crinale dei rilievi montuosi ed è attraversato longitudinalmente dal Torrente Ombrone. Questo territorio risulta particolarmente interessante perché si presenta come un ambito di transizione tra paesaggio rurale e città e tra pianura e montagna. L'area è stata illustrata attraverso la descrizione dei caratteri strutturali del paesaggio, degli usi del suolo, delle trasformazioni che hanno interessato il territorio negli ultimi sessant'anni e, infine, mediante l'analisi delle re...

Leggi ancora


15.LUG.2013      Autore: Redazione
CONDIVIDI
NUOVI PAESAGGI LITORALI
Vernazza
Dal 25 Ottobre 2011 corrono quasi due anni e Vernazza, la più suggestiva delle Cinque Terre, mostra tutta la sua capacità di ripresa tra l'orgoglio dei suoi abitanti. Tra i territori colpiti dall'alluvione Vernazza è sicuramente quello che ha subito maggiori distruzioni e perdite per le pesanti frane a monte che hanno investito l'abitato in un turbine di fango, trasformando con violenza il punto di incontro tra roccia e mare, tanto che Richard Rogers  e Renzo Piano, assidui frequentatori del borgo, nel 2012 hanno offerto il loro contributo per il progetto di restauro in corso.

Oggi si torna a Vernazza per un giorno di mare e quello che si respira è una forte energia, una tenace resistenza che emerge dal radicamento dei cittadini alla propria ...

Leggi ancora


12.LUG.2013      Autore: Redazione
CONDIVIDI
Pezzi di Firenze
VariAzioni Urbane - Racconto del Laboratorio interdisciplinare sul tema del patrimonio dismesso e strategie di riuso
Il 7 giugno, all’interno del: “Laboratorio interdisciplinare sul tema del patrimonio dismesso e strategie di riuso” che si è tenuto a Firenze, nel nuovo spazio riqualificato dell’ex monastero delle Murate (ex carcere maschile di Firenze), il gruppo di VariAzioni urbane (Maddalena Rossi, Luca Di Figlia e Rita Biconne) ha realizzato un workshop operativo molto appassionante di ri-scoperta della città: Deriva urbana. VariAzioni Urbane è un'associazione fiorentina costituita principalmente da architetti e urbanisti, con l’intento di indagare e promuovere nuovi e inusuali metodi di esplorazione e di narrazione della città contemporanea.   Percorrendo il solco della cosiddetta corrente 'noir e radicale' della pianificazione urban...

Leggi ancora


25.GIU.2013      Autore: Redazione
CONDIVIDI
RiUSA
per una cultura dello spazio e dello spazio pubblico
Se dovessi descrivere con un solo aggettivo l’evento Riusa sarebbe "fresco".
Non ci sono dubbi riguardo l'attualità dei temi legati al riuso ed alla riqualificazione di spazi "indecisi", "dimenticati" o più semplicemente abbandonati (temi riaffermati ironicamente dalla sorte che ha voluto l’evento spostato dal tepidarium del parco dell’Orticoltura alle Murate), ma la freschezza non è dovuta solo ai contenuti, ma anche alla comunicazione. Progetti nuovi e interessanti, spiegati con semplicità, intelligenza e una certa dose di pragmaticità, troppo spesso doti rare in queste occasioni. Un esempio efficace ne è stata la comunicazione effettuata dall'architetto Edoardo Milesi, dello studio Archos (www.archos.it): per la prima ...

Leggi ancora


22.GIU.2013      Autore: Valerio Massaro
CONDIVIDI
Editoriale
New Horizons
Due mesi sono passa­ti, il tempo è volato, dall’uscita dell’ultimo numero della nostra rivi­sta. In questo tempo però molte cose sono cam­biate nel nostro Magazi­ne, un vento di novità e freschezza ci ha accolto: un nuovo sito, nuovi arti­coli, nuove collaborazioni ed un sacco di amici con cui condividere le nostre passioni e le nostre idee, per questo vi ringraziamo e continuiamo a ricordarvi di partecipare e invitare altri amici ad unirsi a noi. Questa fresca boccata d’aria per il nostro mondo virtuale purtrop­po però non è rispecchia­ta nella situazione del no­stro paese, che non smet­te mai di inciampare in pozzanghere incontrate lungo la strada che lo in­zaccherano, lo rallentano e lo a...

Leggi ancora


26.MAR.2013      Autore: Redazione
CONDIVIDI
Editoriale
A new kind of Network
Ci siamo, è arrivato per noi il momento tanto atteso.
Il nuovo sito, la nuova rivista, il blog, la nostra sfida… Nel progetto Network In Progress noi della redazione crediamo davvero, ci abbiamo messo e ci mettiamo tutta la nostra energia. Siamo un gruppo formato da giovani professionisti, ricercatori e studenti che hanno imparato a conoscersi tra le mura dell’Università.
Network In Progress è un magazine on line bimestrale, free press, che si occupa di paesaggio, architettura, rigenerazione urbana e cultura contemporanea, ma per noi non è solo questo… è anche un veicolo, un modo per dirci che in questa Italia che va sempre più alla deriva, le persone con idee e volontà possono riuscire, che esistono realt&agra...

Leggi ancora


26.GEN.2013      Autore: Redazione
CONDIVIDI

CARICA ALTRI POST