Chelsea Fringe Festival 2017
si apre a Firenze con una terza edizione rinnovata The alternative garden festival
20 maggio - 4 giugno 2017

Il Chelsea Fringe Festival, l’evento internazionale dedicato ai giardini, alle piante e al paesaggio, torna a Firenze per il terzo anno consecutivo con molte novità e alcune nuove collaborazioni, per celebrare il verde e l’ambiente nelle sue molteplici espressioni.

Il Festival, che si inaugurerà sabato 20 Maggio e si concluderà domenica 4 Giugno, promuove la condivisione di pratiche legate alla cura per la natura e incoraggia la riappropriazione verde degli spazi urbani, in particolar modo quelli abbandonati o degradati ma vissuti quotidianamente dalla comunità.

Chelsea Fringe Florence

Come afferma sul Financial Times Tim Richardson, direttore-fondatore del Festival: “Le nuove pratiche dell’arte dei giardini hanno varcato i confini del semplice giardinaggio per intervenire su strade, parchi e rotonde cittadine e trasformarle attraverso la bellezza. L’idea alla base del Chelsea Fringe Festival tuttavia non è solo quella di valorizzare gli spazi verdi delle aree urbane, ma è soprattutto quella di diventare una piattaforma di incontro per lo sviluppo di collaborazioni innovative tra artisti, designer e semplici cittadini che hanno a cuore la tutela dell’ambiente e la cura del verde.”

 

Da questa edizione il Festival approfondisce il coinvolgimento di numerose discipline artistiche e del design del verde attraverso un programma di eventi crossover: arte botanica, mostre e installazioni temporanee, performance musicali e teatrali, interventi di riqualificazione urbana, presentazioni di libri, degustazioni, laboratori per bambini, passeggiate e aperture straordinarie di giardini pubblici e privati.

 

 La prima novità è il tema ispiratore per gli eventi, che quest’anno é “Nurturing Ideas” - “Coltivare le Idee”: prendersi cura della Natura significa nutrire noi stessi e insieme offrire attenzione e supporto alla nostra creatività.

 

La seconda è il lancio del lungo Weekend Verde, che avrà luogo da giovedì 25 a domenica 28 Maggio e durante il quale la tematica proposta avrà il momento di massima espressione.

Per il 2017 il Festival inoltre propone un focus dedicato agli spazi e alle aree verdi limitrofi al centro storico di Firenze, per il quale è stata avviata una collaborazione con il Comune di Firenze - Quartiere 2 al fine di valorizzare alcuni luoghi non compresi nei consueti itinerari turistici, con l’obiettivo di un ampio coinvolgimento di pubblico.

Il Festival si aprirà sabato 20 Maggio con la mostra Duets, personale dell’artista fiorentina Meri Iacchi presso il Giardino dell’Iris e a cura di Simona Cavaliere. Il progetto espositivo, che presenta alcuni tra i nuovi lavori dell’artista, si compone di dittici fotografici inediti insieme ad alcune installazioni site-specific in dialogo con la natura del giardino che le ospita.

 

 Chelsea Fringe Florence

La manifestazione proseguirà domenica 21 Maggio con Natura in Arte, un laboratorio spontaneo per bambini a cura di ArtFloor di Tamara Pasquinucci insieme a Serre Torrigiani presso la Piazzetta dei Tre Re, dove i più piccoli potranno sperimentare la libertà creativa, la fantasia e la loro manualità.

 

 Il programma continuerà giovedì 25 Maggio con l’apertura straordinaria di Confine/33, un piccolo e prezioso giardino privato in Santo Spirito, che ospiterà Altrove, la collettiva degli artisti Tohko Senda, Pietro Capogrosso, Maho Sato e Gregorio Ceccarelli, Mark T., Hagit Peled Tsyen, Simone Begani,  CarLotta j., con progetto dell’allestimento a cura di Paola Sardone. CONFINE/ 33 per la sua terza partecipazione al Festival propone una riflessione sul tema dell’appartenenza ai luoghi.

 

 Venerdi 26 maggio il programma si aprirà con Il Giardino di Giovanni e Eloisa, una visita eccezionale a Villa “Il Roseto a Fiesole tra i luoghi e i materiali della memoria di Giovanni Michelucci, uno dei più grandi protagonisti dell’architettura moderna; proseguirà in serata presso il Parco di Pratolino con Fiorir di Danza e di Intelletto, uno spettacolo di danze e madrigali del rinascimento fiorentino dedicato al tema della natura e del giglio, emblema di Firenze e della casa Medicea. L’evento è a cura del gruppo di danza antica Capriccio Armonico.

 

 Sabato 27 maggio la Piazza Niccolò Tommaseo di Settignano si animerà con l’aperitivo Blooms for Booze, un’azione di eno-giardinaggio collettivo in cui i partecipanti scambieranno una piantina aromatica con un bicchiere di vino dell’azienda vinicola Poggio La Noce. Le piante raccolte saranno donate alla Scuola dell’Infanzia Desiderio da Settignano per la realizzazione di un’aiuola sensoriale all’interno del giardino dell’istituto con un workshop a cura della garden designer Lucia Giangrandi. In occasione dell’evento lo studio di architettura e di design A+7 allestirà la piazza con PILLO, un sistema di cuscini componibili per la casa e per l’outdoor, La partecipazione è gratuita per tutti coloro che porteranno una piantina aromatica per lo scambio. L’evento è organizzato in collaborazione con il Comune di Firenze - Quartiere 2.

 

 

Nella giornata di domenica 28 maggio sarà la volta di Due passi nell’orto giardino di Castel Ruggero, un’intera giornata alla scoperta del meraviglioso orto giardino di Castel Ruggero all’Antella durante la quale l’associazione A.Di.P.A. curerà uno scambio di semi, piante e talee tra rosai in fiore e ortaggi coltivati con amore.

 Sabato 3 giugno presso la Libreria Todo Modo di Via dei Fossi si svolgerà Un filo di seta cinese nel verde dei giardini, presentazione di tre libri che parlano di Oriente e che, tra peonie e Impressionismo, sono legati da un sottile e prezioso filo di seta.

 

 Domenica 4 Giugno il programma si chiuderà con una giornata a cura dell’associazione Radici Quadrate, che consentirà di conoscere le attività dedicate alla cura delle piante aromatiche da parte dei detenuti del carcere Gozzini di Firenze.

 

 Il Festival nasce da un’idea di Tim Richardson, esperto di giardini, giornalista e poeta inglese, che ha voluto allargare i confini di un tipico festival botanico britannico, creando un evento innovativo che rendesse protagonisti anche coloro i quali non sono tipicamente esperti di giardini e orticoltura.

 

Anche quest’anno l’evento fiorentino si svolgerà in contemporanea con il Festival di Londra e di molte altre città del mondo, tra cui Cambridge e Bristol in Inghilterra, Gubin e Poznan in Polonia, Victoria in Canada, Nagoya in Giappone, fino a Buenos Aires in Argentina.

 Il Chelsea Fringe è un’organizzazione no-profit con finalità sociali, coordinata a Firenze da Ludovica Ginanneschi, garden designer e Simona Cavaliere, curatrice d’arte contemporanea, che hanno curato il programma degli eventi del Festival, stimolando e raccogliendo le proposte dei progettisti.

 

 Il programma aggiornato con i dettagli degli eventi è consultabile sulla pagina del Chelsea Fringe Festival dedicata a Firenze e sulla pagina Facebook.

https://www.facebook.com/chelseafringefestivalfirenze/



20.MAG.2017      Autore: Redazione
CONDIVIDI