MAISMENOS EXISTO
KEYWORDS: STREETART, PORTUGAL, LISBON, MAISMENOS

± MAISMENOS ± è un progetto di intervento concettuale - virale, diretto e decisivo - che fa riflettere sull'organizzazione modello che gestisce la vita nelle società attuali. Mette in discussione, soprattutto, le implicazioni sociali e le conseguenze che ne derivano, mostrandone la sua espressione programmatica ridotta a una equazione di semplicità e opposti: più/meno, bianco positivo / nero negativo. Semplici frasi dipinte in luoghi emblematici, capaci di stimolare i passanti a riflettere, un lavoro d'avanguardia effettuato sia indoor che outdoor dal 2005, che attraversando varie fasi sta ora inserendosi nel circuito delle gallerie d'arte.
Il progetto è opera di un designer Portoghese, Miguel Januário, classe 1981, al quale al quinto anno della Facoltà di Design e Belle Arti dell'Università di Porto viene proposta una sfida: creare un simbolo che non significhi nulla ma che si possa “vendere da solo” attraverso l'anonimato.
La risposta dello studente fu ±maismenos ±, un concetto semplice che unisce due opposti e li mette a confronto. Con questo simbolo, l'artista mette in discussione la situazione politica, sociale ed economica contemporanea, dimostrando il ruolo attivo che l'artista deve e può avere nella società.

Così, da un'idea, nasce il progetto e nascono le prime collaborazioni...nel 2004 quella con lo Spazio Culturale della città di Porto "Cattive Abitudini", del quale ora Miguel Januario è ora responsabile per la progettazione grafica...poi l'inizio dell'attività di libero professionista..

Per quanto riguarda i graffiti, i suoi "streetments" sono per lui e per chi osserva fonte di ispirazione, ma spesso ci vuole tempo per trovare le parole giuste per sovvertire la "Portugueseness" (con Portoghesità si fa riferimento ai “luoghi comuni del pensare” insiti in ogni cultura popolare, o a quelle contraddizioni sociali che ognuno può riconoscere nel proprio Paese) del pubblico a cui si rivolge. Questo è il caso di "± O povo vencido jamais será unido" ( ± Il popolo vinto mai sarà unito), "± Creditamos em Deus" ( ± Creadiamo in Dio)± Poupe a agua. Assim podemos jogar golfe” ( ±Risparmiamo l'Acqua! Così possiamo giocare a Golf).

Con le sue frasi provocatorie, esplora nuovi modi di fare streetart, lasciando da parte le grandi lettere e disegni di graffiti che siamo abituati ad ammirare per i loro colori e per il loro disegno.

Gli interventi di Januário sono apparentemente semplici, ma trasportano messaggi potenti che spingono il pubblico a riflettere sui temi delle implicazioni sociali e sulle conseguenze, sia positive che negative, delle società urbane contemporanee disciplinate dalle burocrazie. Il suo progetto artistico di "Corteo Funebre del Portogallo", scortato dalla GNR (Guardia Nazionale Repubblicana), ha portato alla destituzione del Comandante del distretto della stessa forza militare.

Januário ha studiato graphic design, ma è stata l'esperienza dei graffiti che gli ha dato una nuova prospettiva su come usare lo spazio pubblico per trasmettere il suo messaggio e incoraggiare il popolo del Portogallo a sollevare domande... Le sue opere possono essere trovate sul suo sito http://maismenos.net e a Porto e Lisbona, oltre che in Brasile, Angola, Norvegia... e più recentemente in Italia a Roma, presso Il MACRO - Museo d’Arte Contemporanea dove nel padiglione 9A del MACRO Testaccio , dal 13 Aprile al 15 Maggio 2016, avrà luogo la mostra Forgotten (THE EXIBITION) http://www.museomacro.org/mostre_ed_eventi/mostre/forgotten_the_exhibition .

 

Articolo di Marta Buoro
Foto di MAISMENOS



18.MAG.2016      Autore: Redazione
CONDIVIDI