Camminare il Paesaggio
di Enrico Falqui
a cura di: Damiano Galeotti, Maria Teresa Idone, Silvia Minichino, Chiara Serenelli

Per la mente dell’Uomo moderno, lo spazio e il tempo sono essenzialmente delle limitazioni. La società moderna ha raggiunto un volume e una velocità d’uso nel consumo di risorse e materie prime, da minacciare gli stessi ecosistemi da cui dipende.

Anche la concezione moderna del viaggio si è strutturata in un semplice “spaziamento”, che consente di visitare luoghi estranei senza doverli far propri.
Oggi, chi vive in un territorio, ha perduto la conoscenza dei luoghi, privandosi di una cultura dell’abitare (Mente locale) dalla quale dipende la capacità di percezione cognitiva del Paesaggio e di riconoscimento del “genius loci” di  ogni territorio.

 

“Camminare il paesaggio” è un progetto per la riappropriazione  di questa capacità conoscitiva e interpretativa dei luoghi e dei paesaggi culturali che ci sono stati trasmessi dalle civiltà del Passato. Il viaggio lento lungo un itinerario storico quale è la Via di pellegrinaggio cristiano che collega Roma a Loreto e Loreto all’Europa, famosa per oltre cinque secoli e oggi pressoché sconosciuta ai più, diventa uno strumento per dialogare con le Comunità locali e per restituire ad esse la consapevolezza del patrimonio diffuso nei loro territori.

Poichè il Consiglio d’Europa considera gli itinerari culturali,come “beni culturali complessi” (1997) e la recente Convenzione Europea sul Paesaggio (2006) definisce paesaggio “la porzione di territorio così come è percepita dalle popolazioni”, il viaggio può riconquistare, nell’epoca contemporanea, il senso della scoperta (il patrimonio) e dell’incontro con le popolazioni (le Comunità).

Viaggiare a piedi lungo tali itinerari, mettendo in pratica nuovi approcci di percezione del paesaggio e di dialogo con le Comunità locali, può ricostruire una pedagogia ermeneutica del paesaggio, risuscitando quel bisogno ancestrale dell'Uomo di sfidare ciò che è ”ignoto ai più”.

Il che corrisponde, nella società attuale, a rendere comprensibile ciò che è  divenuto oscuro nella percezione sociale del Paesaggio e nella capacità cognitiva delle identità dei luoghi, da parte della maggior parte degli individui.

camminare il paesaggio ets enrico falqui

Camminare il Paesaggio, ETS, 2013

Link su edizioni ETS

 

Gli Autori

Enrico Falqui
Direttore del Laboratorio di ricerca in Architettura ed Ecologia del Paesaggio, Dipartimento di Architettura, Università di Firenze. Svolge attività didattica e di ricerca presso il Corso di Laurea di Architettura del Paesaggio e presso la Laurea Specialistica in Scienze dell’Architettura.

Damiano Galeotti
Forestale, paesaggista, cultore della materia in Architettura ed Ecologia del Paesaggio.

Maria Teresa Idone
Architetto, dottoranda presso la Scuola di Architettura e Design dell’Università di Camerino/Ascoli Piceno.

Silvia Minichino
Architetto, dottoranda in Progettazione della Città, del Territorio e del Paesaggio, Dipartimento di Architettura dell’Università di Firenze.

Chiara Serenelli
Paesaggista, dottoranda in Progettazione Paesaggistica presso il Dipartimento di Architettura dell’Università di Firenze.

 

"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove Terre, ma nell’avere nuovi occhi"

Marcel Proust

 

                                                



03.APR.2013      Autore: Enrico Falqui
CONDIVIDI